Niki, la mamma che gira il mondo con il figlio disabile sulle spalle: “Gli regalo il mondo”

La 43enne australiana aveva solo 17 anni quando è nato Jimmy e ha scoperto che non avrebbe mai visto i colori: "Dalle Hawaii a Bali, dal mare alla montagna, troverò sempre modo di dargli una vita avventurosa"

Niki Antram, australiana, 43 anni, è la mamma di Jimmy, un ragazzo di 26 anni che è cieco e ha disabilità fisiche e mentali. Da anni gira il mondo portandolo con sè sulle spalle e documentando i loro viaggi su un blog e sui social.Si chiama Niki Antram, è una donna australiana di 43 anni e da venti gira il mondo con il figlio disabile sulle spalle

Si chiama Niki Antram, è una donna australiana di 43 anni e da venti gira il mondo con il figlio disabile sulle spalle
“Voglio condividere la mia storia in modo che tutte le nuove mamme che potrebbero trovarsi in una situazione simile alla mia possano sapere che, sì, è una cosa spaventosa sentirsi dire che tuo figlio dipenderà da te per il resto della sua vita, ma non significa che la tua vita non sarà fantastica e divertente”.
E dunque eccolo Jimmy che ride su una spiaggia in posa con il Grinch e Jimmy che sorvola l’oceano. Poi sulla neve o a un picnic sull’erba. Dalle Hawaii a Bali, dal mare alla montagna, sulle spalle di questa mamma coraggiosa che non si arrende e segna scrupolosa una conquista dopo l’altra. Ogni piccolo gesto, ogni nuova parola di Jimmy è una vittoria, fatta di azioni ripetute una volta dietro l’altra, spiega Niki, con pazienza e amore.

Niki Antram, australiana, 43 anni, è la mamma di Jimmy, un ragazzo di 26 anni che è cieco e ha disabilità fisiche e mentali

Il Covid non li ha fermati. Mentre progettano il viaggio in Canada, rimandato a causa della pandemia, esplorano il Queensland, la terra in cui vivono, e visitano l’Australia. Le giornate trascorrono tra una corsa in bicicletta, un pomeriggio in biblioteca e feste.

“Entrambi amiamo le stesse cose”, dice Niki. “Sono sempre stata una bambina selvaggia, mi piace fare festa e divertirmi, ma non ho mai lasciato che questo mi impedisse di essere il miglior genitore per mio figlio. Sono felice di tutte le scelte che ho fatto perché mi hanno portato dove sono oggi e sono grata per questo. Amo le persone che ho incontrato lungo la strada che mi hanno insegnato così tanto. Ora sono davvero felice della mia vita, mi sveglio ogni giorno sapendo di essere quella che sono e questa è la mia migliore versione possibile di me stessa”.

Ma non è stato sempre così. Niki aveva 17 anni quando è nato Jimmy e la scoperta che non avrebbe mai visto i colori l’aveva distrutta. “Essendo una mamma giovane, non ho avuto quella vita spensierata che ha la maggior parte dei diciassettenni”, dice. “Avevo delle responsabilità”. Ma l’amore le ha dato la forza per andare avanti e immaginare un futuro in cui rinascere ogni giorno nel sorriso del figlio.

La storia

Jimmy, che oggi ha 26 anni, è affetto infatti da ipopituitarismo, una condizione che determina un blocco della crescita. Il ragazzo è cieco e necessita di assistenza 24 ore su 24. Tuttavia, Niki non si è arresa e ha fatto di tutto per fargli vivere una vita avventurosa. Ci è riuscita.
Nel suo blog “Niki and Jimmy” è possibile guardare le foto dei luoghi che hanno visitato insieme:  “Anche se so che staremo bene, preferisco chiamare tutti gli hotel, i ristoranti o qualsiasi altra attività dove faremo tappa per avvisarli che saremo in arrivo e che avremo bisogno di una certa assistenza – ha spiegato al Daily Mail – Troverò sempre modi per dare a Jimmy una vita avventurosa, la più avventurosa possibile. E il più delle volte – ha aggiunto – bastano anche le cose più semplici, sono quelle che ama di più”.
“Qualche volta – ha concluso la donna – guardo lui che è così felice senza aver mai visto i colori, l’arcobaleno o le nuvole. E mi chiedo: come posso sentirmi triste?”.

Niki aveva 17 anni quando è nato Jimmy e la scoperta che non avrebbe mai visto i colori l’aveva distrutta

Niki Antram aveva 17 anni quando è nato Jimmy e la scoperta che non avrebbe mai visto i colori l’aveva distrutta

E ancora: “Lui è la mia ispirazione, è sempre felice, sorridente, non mi vede in modo convenzionale, ma sono sicuro che nella sua mente ha una sua immagine di come sembro. Essendo diventata mamma così giovane, non ho avuto quella vita spensierata che ha la maggior parte dei diciassette anni. A volte però mi chiedo come posso essere triste quando osservo Jimmy, che non ha mai visto colori, nuvole o arcobaleni, eppure se ne sta semplicemente seduto con un sorriso”.

“Ho capito come portare Jimmy sulle spalle mentre trasportavo una valigia e un trolley in un aeroporto, prima che mi dessero la sedia a rotelle con cui ci dovevamo imbarcare”, ricorda la signora Antram: “Mi impegno per fargli vivere una vita migliore e avventurosa, e il più delle volte sono le cose semplici quelle che ama di più”. Quando non sono in viaggio, mamma e figlio vivono sulla Sunshine Coast del Queensland, a circa 100 chilometri da Brisbane, e sono soliti fare giri in bicicletta all’alba, con Jimmy in un rimorchio e mamma Niki che pedala.

Prima di uscire, però, la signora Antram ha già preparato la colazione, dato da mangiare a Jimmy, lo ha vestito e ha lavato le lenzuola della notte: una routine faticosa, che non le impedisce tuttavia di allenarsi o seguire lezioni di fitness con Jimmy al seguito, che magari gioca con la sabbia o ascolta i suoni attorno a lui. Ogni giorno, mamma Niki cerca ancora di insegnare a Jimmy movimenti e nuove parole, ma non tutto è semplice:  “Sa che ha bisogno di lavarsi i denti, cosa che odia – sorride Niki – . Allora dice “oww”. Io gli tengo la bocca aperta, lui si lamenta, ma mi permette di lavargli i denti… alla fine è molto contento, perché finalmente si addormenta”. Anche questa è un’avventura.