Su Instagram arrivano i nuovi Avatar 3D, la rivoluzione del Metaverso sbarca sui social

I personaggi tridimensionali potranno essere usati come immagine del profilo, come reaction alle storie e ai post e come sticker da inviare in DM. Il debutto negli Stati Uniti, poi l'arrivo in Italia

Il futuro del mondo digitale è sempre più presente. E ora la rivoluzione del Metaverso sbarca anche su Instagram. Sul social network di proprietà Meta (il nuovo nome del gruppo Facebook Inc.), arrivano infatti i nuovi Avatar 3D, ovvero delle copie tridimensionali e personalizzabili di noi stessi che potremmo usare come immagine del profilo, come sticker da inviare in DM e come reaction nelle storie e nei post di Instragram. Ad annunciare la novità è stato Mark Zuckerberg con una gif pubblicata su Facebook.

Gli Avatar 3D già da tempo sono disponibili su Facebook e Messenger. Ma adesso il gruppo guidato da Mark Zuckerberg ha deciso di rinfrescarne il look con la possibilità di personalizzare ancora di più i nostri personaggi tridimensionali, che oltre a Facebook, Messenger e Instagram potranno essere utilizzati anche sul Metaverso, in quest’ultimo caso tramite i visori per la realtà virtuale Oculus. I nuovi Avatar 3D potranno dunque essere personalizzati a nostro piacimento. Come afferma lo stesso Zuckerberg su Facebook, infatti, “stiamo aggiornando gli avatar Meta con molte più espressioni, volti e tonalità della pelle, oltre ad implementare la possibilità di inserire sedie a rotelle e apparecchi acustici”, per assicurare una maggiore inclusività agli utenti. Non solo: gli utenti potranno anche personalizzare i propri Avatar con vestiti e indumenti di brand noti nel mondo reale: “Stiamo iniziando a sperimentare – ha aggiunto Zuckerberg – anche l’abbigliamento digitale, comprese le magliette ufficiali della NFL che potranno essere indossate (virtualmente, ndr) per il Super Bowl”.

Nuovi Avatar 3D, il debutto negli Stati Uniti e l’arrivo in Italia

I nuovi Avatar 3D saranno disponibili inizialmente negli Stati Uniti, in Canada e in Messico. Ma ben presto dovrebbero arrivare anche nel resto del mondo, compresa l’Italia. L’obiettivo prossimo – annuncia ancora lo stesso Mark Zuckerberg – sarà quello di avere degli “Avatar 3D fotorealistici” che potranno essere utilizzati in tutti i social e le piattaforme di Meta.

L’Oculus Quest 2, un visore di realtà virtuale sviluppato da Oculus (Facebook)

Meta: “In futuro ci siederemo in una stanza con persone a migliaia di chilometri di distanza”

È così, dunque, che l’evoluzione tecnologica del Metaverso inizia sempre di più a delinearsi. Come affermato dal general manager di Meta, Aigerim Shorman, “da quando abbiamo rivelato la nostra visione a lungo termine del Metaverso a Connect 2021, abbiamo continuato a costruire questa prossima evoluzione della tecnologia sociale, muovendoci verso un futuro in cui puoi sederti nella stessa stanza dei tuoi cari che sono in realtà a migliaia di chilometri di distanza o lavorare in modo naturale con un team di talento ubicato in realtà in tutto il mondo”.

Metaverso, che cos’è?

Ma che cos’è alla fine questo Metaverso? Il Metaverso è uno spazio virtuale, un mondo virtuale in 3D in cui tutto è possibile replicare tutto quello che si può fare realmente nella vita di tutti i giorni: lavorare, studiare, giocare, incontrare persone. Per rendere realistica l’immersione in questo mondo molte aziende hanno sviluppato visori di realtà virtuale, come i prodotti Oculus, da poco acquisiti da “Meta Platforms / Facebook”. Per il momento il Metaverso viene utilizzato o per motivi professionali o per puro e semplice divertimento e intrattenimento. Ma si prevede che in futuro il Metaverso sarà esplorato per i più svariati fini, ancora oggi tutti da definire.