Sui social impazza il tormentone #sepassailddlzan: una risposta ironica per esorcizzare la ‘paura’ degli oppositori

Il disegno di legge è fermo in Commissione Giustizia al Senato, ma intanto su Twitter si scatena l'ironia dei sostenitori del Ddl Zan. Tra ruspe rosa, barbapapà e Ymca al posto dell'Inno di Mameli

“Se passa il Ddl Zan le ruspe saranno solo rosa“, “Se passa il Ddl Zan i barbapapà saranno tutti rosa”, “Se passa il Ddl Zan si potrà mangiare solo pizza all’ananas. E sempre con la curcuma”.

In Italia, si sa, ogni argomento è buono per fare ironia. Su Twitter a impazzare è proprio l’ironia, con l’hashtag #sepassailddlzan a farla da padrone in tutto il Paese. Meme accompagnati dalle frasi più disparate. “Se passa il Ddl Zan alle pareti dovremo appendere solo poster della divina Beyoncè” scherza qualcuno. “Se passa il Ddl Zan al posto dell’Inno di Mameli dovremo cantare Ymca dei Village People” risponde qualcun altro.

Molti utenti dei social network hanno scelto di rispondere con umorismo alle paure e alle preoccupazioni avanzate dagli oppositori del disegno di legge presentato dall’onorevole del Partito democratico Alessandro Zan contro l’omotransfobia. Disegno di legge che, nonostante sia stato approvato in prima lettura alla Camera all’inizio di novembre 2020, giace ancora bloccato da diverso tempo, in attesa della discussione e del voto da parte della Commissione Giustizia del Senato. A cinque anni esatti dalla firma della legge Cirinnà sulle unioni civili c’è ancora molto da fare. “Bisogna approvare in fretta il Ddl Zan” afferma proprio la senatrice del Pd.