Tananai, ultimo e non sentirlo: “Da bambino sono stato bullizzato, la mia vittoria è… Sanremo”

Il cantautore milanese porta al festival 'Sesso occasionale' in coppia con Rosa Chemical: "La mia posizione in classifica? Mi sento vicino è Vasco Rossi. Ero un bimbo grassottello, mi chiamavano obeso"

“Il brano Sesso occasionale è un messaggio d’amore antico, Una fase importantissima della vita in cui nel momento in cui mi rendo conto di provare qualcosa per una persona è un gesto semplicissimo, ma fondamentale secondo me, come mettere la testa a posto, Guardare negli occhi l’altra persona e dichiararsi pronto a donarsi totalmente a lei”. Alberto Cotta Ramusino, in arte Tananai, è nato nel 1995 a Cologno Monzese. Appassionato di musica fin da bambino, ha attirato i primi riflettori su di sé grazie al progetto elettronico ‘Not for Us’, per poi abbracciare il cantautorato. Come già detto dallo stesso Tananai, il vocalist ha presentato sul palco del teatro Ariston Sesso occasionale, che è già disponibile in radio e in digitale.

Tananai, accompagnato da Rosa Chemical, rende un altro tributo a Raffaella Carrà con il brano ’A far l’amore comincia tu’

Tananai, accompagnato da Rosa Chemical, rende un altro tributo a Raffaella Carrà con il brano ’A far l’amore comincia tu’

E’ stato pubblicato anche il videoclip ufficiale della canzone e, dal 25 febbraio sarà disponibile in edizione limitata autografata e baciata un LP 7»/45 giri con il brano Sesso Occasionale e Comincia tu, la cover dell’omonimo brano di Raffaella Carrà, riportato al successo, nel remix di Bob Sinclair, dal film premio Oscar 2019 La grande bellezza di Sorrentino. Tananai, accompagnato da Rosa Chemical che ha inserito nel pezzo uno stacco rap, ha reso un tributo a Raffaella Carrà scegliendo il brano ’A far l’amore comincia tu’’.

Alberto Cotta Ramusino, in arte Tananai, è nato nel 1995 a Cologno Monzese

Alberto Cotta Ramusino, in arte Tananai, è nato nel 1995 a Cologno Monzese

Il brano viene proposto al Festival nella serata delle cover di venerdì da Tananai insieme con Rosa Chemical. Dopo l’esperienza sanremese il giovane cantautore milanese porterà la pro-pria musica nei club di in due date live, prodotte da Friends & Partners: giovedì 24 marzo al Largo Venue di Roma, presso, e lunedì 28 marzo ai Magazzini Generali di Milano. Per il momento la hit parade del Festival non lo premia, visto che risulta al XXV posto, cioè all’ultima postazione nella classifica provvisoria, ma Tananai, non sembra curarsene.

Che effetto fa essere ultimi in classifica?
“Mi ispiro a tanti cantautori, ma vedendo la mia posizione in classifica, direi che quello che sento più vicino è Vasco Rossi, sperando che poi anche a me vada altrettanto bene. Vasco compie 70 anni e è incredibile quanto sia ancora fortissimo, un esempio. Tornando alla classifica, non è che il risultato non conti, ma credo sia importante che dopo due anni come quelli che abbiamo passato tutti quanti per colpa del Covid, una botta così di vita e di emozioni sia stupenda. Sono contento di poter fare quello che faccio davanti a tutta Italia. Da Sanremo sto imparando un sacco di cose e questo mi aiuterà a sviluppare la mia carriera da un punto di vista personale e artistico in maniera più strutturata“.

Quali sono stati i suoi inizi?
“Il mio nome d’arte racconta un po’ come sono. Tananai è un po’ piccola peste, un po’ con la testa fra le nuvole. Ho iniziato a fare musica quando avevo 13, 14 anni con un progetto di musica elettronica. Mi sono sempre dedicato alla produzione e non mi sono mai annoiato. Poi nel 2017, quando è uscito l’album, mi sono reso conto che avevo bisogno di esprimermi in qualche altro modo“

Alberto Cotta Ramusino, in arte Tananai, è nato nel 1995 a Cologno Monzese

Alberto Cotta Ramusino, in arte Tananai, è nato nel 1995 a Cologno Monzese

E ha provato a fare in cantautore?
“Non mi è mai piaciuto di dipendere da qualcuno. Ho sempre scritto, mi annotavo pensieri, spunti, parole, ma fino a quando non ho iniziato a pensare che i cantanti si divertissero di più ho proseguito solo con l’elettronica. Ho dovuto disimparare a essere sempre e comunque un produttore celebrale e alla fine ho fatto uscire i miei primi singoli, che poi ho raggruppato nel mio primo Ep ’Piccoli boati’, che era molto suonato, mentre oggi penso di aver trovato un equilibrio fra l’anima elettronica e quella cantautorale e il sound di adesso mi rispecchia di più“.

Come ha fatto ad arrivare a Sanremo?

Sanremo 2022: il direttore artistico Amadeus consegna i fiori a Tananai

“Con le finali, a dicembre, Tananai è tra i finalisti di Sanremo Giovani con il brano ’Esagerata’, e poi risultando fra i tre vincitori dell’ottava edizione della competizione. Cosa che mi ha assicurato un posto tra i 25 Big in gara al 72° Festival di Sanremo“.

Lei che sembra così razionale, è mai stato bullizzato?
“Forse sono troppo razionale, nel senso che penso molto, forse troppo: è per quello che dormo poco e ho le occhiaie. Rispetto al bullismo ne sono stato vittima un po’ quando ero piccolo perché ero ciccione”

Cosa le dicevano?

“Mi prendevano in giro, mi chiamavano obeso e ho capito che effettivamente qualcosa non andava in loro se se la prendevano con una persona solo perché ha qualche chilo in più, in realtà hai problemi con te stesso. Quando si tratta di rapporti umani cerco di essere lucido e razionale“.