Tapiro ad Ambra per la fine della storia con Allegri: sui social si scatena l’onda dello sdegno

"Premiata" per essere stata lasciata dall'allenatore della Juventus dopo 4 anni di relazione. È la sorte toccata all'attrice quando ha ricevuto il trofeo dal programma stairico "Striscia la notizia" Episodio che ha causato critiche e accuse nei confronti della trasmissione, accusata di aver "spettacolarizzato un momento privato e di sofferenza"

Esiste per tutti il giorno Zero, è un momento in cui non si vince, non si perde, ma si riparte”. Ambra Angiolini, non è più la ragazzina di “Non è la Rai”, ma piuttosto una donna matura, intelligente, oltreché una bravissima e bellissima attrice.

Ma non sono queste doti ad aver attirato, negli ultimi giorni, un enorme clamore mediatico su di lei. Quanto piuttosto la fine della sua relazione con l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, fatto ormai noto a tutti, anche ai meno interessati.

Ad anticipare la notizia era stato il settimanale “Chi”, secondo il quale Ambra avrebbe fatto di tutto per provare “a salvare il rapporto fino alla fine” ma a seguito di una lunga crisi il tecnico bianconero avrebbe deciso di chiudere la storia, iniziata quattro anni fa. Una storia, all’apparenza, simile a tutte le altre, di quelle che si leggono ogni settimana sulle riviste: due personaggi dello spettacolo che decidono di lasciarsi. Ma a destare scandalo è il gesto compiuto mercoledì sera, durante la trasmissione “Striscia la Notizia”, quando Valerio Staffelli ha “premiato” Ambra Angiolini con il Tapiro d’oro, proprio per la fine della sua relazione. “Si è smarcato sulla fascia. Cos’è successo?”, ha chiesto provocatorio l’inviato, ricevendo più volte un’unica risposta da parte della Angiolini, visibilmente imbarazzata: “Non lo so”.

Ma dopo questa paradossale scenetta, in cui si è andati ben al di là della notizia, cadendo nella spettacolarizzazione di un momento privato, sicuramente doloroso e magari ancora da elaborare, l’attrice non si è lasciata andare in lacrime o invettive. Il giorno successivo, anzi, durante il suo programma radiofonico “Le mattine di Radio Capital” ha concluso la puntata con citazione di grande forza e maturità:

“Esiste per tutti il giorno Zero, è un momento in cui non si vince, non si perde, ma si riparte. Ci si allontana dalle persone che diventano ricordi, da quelle che non restano, da quelle che in fondo non ci sono mai state. Si chiama giorno zero perché quello che segue lo zero è sempre un inizio e negli inizi non si conosce la sconfitta“.

Ambra con la figlia Jolanda Renga

Quello del suo Tapiro, in fondo, sarebbe anche potuto passare come l’ennesimo scivolone del programma, una caduta di stile come già in passato ci è capitato di assistere. Ma a dare il giusto peso all’accaduto sono state le condivisioni, le critiche, le accuse più volte e pubblicamente rilanciate sui social da parte di tantissime donne (e uomini) che si sono schierati dalla parte della Angiolini. Tra le prime a prenderne le difese la figlia Jolanda Renga, che ha condannato duramente il comportamento della trasmissione e la scarsa delicatezza usata verso la madre. “Oggi la mia mamma ha ricevuto un Tapiro in seguito alla pubblicazione di vari articoli sulla fine della sua relazione, ma il motivo non mi è chiaro. So bene che, in quanto personaggio pubblico, secondo alcuni è giusto che la sua vita, anche quella privata, venga sbandierata ai quattro venti, ma è davvero necessario infierire? – scrive arrabbiata sui suoi canali social – Perché venire da lei a Milano? Perché non andare a Torino? Perché si è fidata della persona con cui stava e con cui ha condiviso quattro anni della sua vita?! Ed Anche se, questa persona, alla fine si è rivelata diversa, la colpa è di chi si fida o di chi tradisce la fiducia e tradisce in ogni senso possibile? Cosa c’è di riprovevole o “perdente” nel fidarsi e nell’amare?“.

La storia d’amore, in effetti, sarebbe finita proprio a causa del tradimento di Allegri, ma a farne le spese, anche platealmente, è la ex compagna. “Quando si gioca, si sta al gioco, sono d’accordo, ma questo non mi sembra il caso – incalza Jolanda –. E ditemi quello che volete, che sono pesante, che non so scherzare, che faccio questioni su problemi inesistenti, che i problemi veri sono altri, ma a me non fa ridere. La sofferenza delle altre persone non mi diverte. E sì, mi sento di dirlo perché c’è di mezzo la mia mamma, ma lo penso a prescindere”, conclude.

Tra i primi messaggi di sostegno alla Angiolini c’è quello della giornalista Selvaggia Lucarelli: “Caro Valerio Staffelli, il tapiro è da sempre una specie di Oscar delle gaffe, dei tafferugli televisivi, di fatti di cronaca e costume su cui sorridere” ma “quello che ho visto ieri non mi è piaciuto”, scrive in un post. “Ieri il tapiro consegnato vis a vis non era una sorpresa, aveva più il sapore di un agguato. C’era una donna che non stava solo vivendo la fine di una storia, ma la stava vivendo da personaggio pubblico, con la sua intimità sbattuta sui giornali e particolari mortificanti”.  Ma non solo, la Lucarelli se la prende anche con la conduttrice di “Striscia”, Vanessa Incontrada, accusata di non essere stata solidale con la donna e di averla resa oggetto di scherno, come a lei stessa è capitato in passato: “Quante volte ti abbiamo sentito lamentarti della crudeltà dei media, cara Vanessa. Dei media che sfruculiano la tua vita privata, che giudicano il tuo corpo. Ieri potevi tirarti fuori da questa trattazione così spietata della vicenda. Tendere una mano ad Ambra. E invece non solo grasse risate, ma già che c’eri hai pure mandato un saluto all’allenatore, come se si fosse appena usciti da una gag, anziché dal girare il coltello in una ferita aperta. Pensaci la prossima volta in cui ti lamenterai della crudeltà del sistema con le donne, perché ieri ne hai fatto parte anche tu”.

Come la figlia e la giornalista, dai media e dal mondo dello spettacolo sono arrivati centinaia di messaggi di solidarietà verso Ambra Angiolini e di accuse contro il programma satirico. Laura Chiatti, in un post su Instagram, ha scritto che il tapiro “forse andava consegnato all’uomo che evidentemente non ha avuto nessun tipo di riserbo nella tutela della propria compagna o ex, a lei va solo tutta la mia stima per essere riuscita nonostante tutto a non perdere l’ironia”, aggiungendo che “Essere un personaggio pubblico consiste nell’essere esposti al giudizio altrui, ma non da a nessuno il diritto di poter offendere, insultare o deridere ciò che non ha nulla a che vedere con l’aspetto professionale e che fa parte di una sfera privata che va tutelata sempre sopra ad ogni cosa. Dietro un personaggio esiste sempre l’essere umano, che soffre, gioisce, vince o perde esattamente come chi è solo essere umano, è importante non dimenticarlo mai. Brava @ambraofficial!”. La showgirl Belen Rodríguez ha commentato: “Ben detto amica mia, che vergogna”, Alena Seredova ha espresso la sua vicinanza con un semplice cuore.