Torna il Jova Beach Party 2022: la Woodstock italiana tra musica e sostenibilità ambientale

Anticipato dall'uscita del nuovo singolo, "Boom", Jovanotti annuncia il ritorno del tour delle feste in spiaggia che nel 2019 fece segnare un incredibile successo di partecipazione e importanti traguardi anche in tema ambientale

Pandemia permettendo quella del 2022 si prospetta essere un’estate di grande musica. Dopo lo straordinario successo del 2019, Jovanotti ritorna con il suo Jova Beach Party MMXXII. E fa tappa anche a Viareggio per una doppia imperdibile festa in riva al mare, che scalderà la spiaggia del Muraglione il 2 e 3 settembre prossimi.

Jovanotti alla presentazione del Jova Beach Party 2 – Ph: Elena Di Vincenzo

“Le due serate del 2019 sono state meravigliose. Un’accoglienza e una festa uniche! Una grande gioia – racconta il cantante toscano – E anche prima che arrivassimo con il carretto – …anzi la carretta giusto?! – tutti dietro a ballare con i miei amici deejay…Ci vediamo presto!”. La magia, insomma, è pronta a ripetersi ma diversa e sempre unica, con ospiti nazionali e internazionali, per un format che cambierà ad ogni live, vivo, divertente, emozionante, innovativo.

Il debutto del è fissato a Lignano Sabbiadoro il prossimo 2 luglio e si chiuderà poi all’aeroporto di Milano Bresso il 10 settembre. La Woodstock del nuovo millennio è pronta a ripartire e ad ospitare, in 12 location esclusive, lo spettacolo più sorprendente, il più visto (con oltre 600 mila spettatori), il più “conversato sul web” (5,8 Miliardi di impression sui social), e soprattutto il primo nato con una forte attenzione per l’ambiente. Un evento itinerante unico al mondo, che parla anche di rispetto della natura e lo fa mentre i corpi sono a contatto con la natura stessa, sulle spiagge, sulle montagne, nei parchi. Grazie al lavoro di Trident Music (qui tutte le info), ma in particolare grazie alla profonda convinzione del suo ideatore, che per il 2022 vuole alzare ancora l’asticella “green”, il tour è prodotto e organizzato con la massima attenzione possibile per la sostenibilità.

La cover del nuovo singolo “Il Boom” di Jovanotti, uscita il 19 novembre 2021

Un esempio su tutti è l’iniziativa “Ri-Party-Amo: puliamo e recuperiamo 20 milioni di metri quadri di spiagge, laghi, fiumi e fondali”, nata grazie alla collaborazione con WWF e Intesa Sanpaolo (già nel 2019). Si tratta di una mobilitazione nazionale che ambisce a raccogliere 5 milioni di euro sostenendo e promuovendo tre aree di intervento a livello ambientale, sociale e culturale. Con questo progetto saranno infatti puliti e recuperati 20 milioni di metri quadri di territorio, saranno resi possibili interventi infrastrutturali di ingegneria naturalistica in 12 aree a rischio, e saranno coinvolti (con lezioni specifiche) più di 100 mila studenti con la donazione di almeno 10 borse di studio. L’intera raccolta sarà realizzata grazie a “For Funding”, la piattaforma di crowdfunding del Gruppo Intesa. E per incentivare le donazioni Jovanotti ha pensato di dedicare due concerti esclusivi, a Milano e a Roma, nell’autunno 2022 a Ri-Party-Amo e a 4mila sostenitori dell’iniziativa,

Ma l’impegno ambientale e sociale dell’artista non finisce qui: durante i concerti in spiaggia si rinnoverà la collaborazione con la Guardia Costiera per garantire la sicurezza in mare, e per tutte le date Banco alimentare presiederà l’area ‘food and beverage’ per l’abbattimento di eventuali sprechi. Inoltre l’organizzatore Trident Music ha nuovamente chiamato a collaborare la cooperativa “Erica”, per aiutare  il pubblico nel giusto smaltimento dei rifiuti e mettendo, tappa dopo tappa, in uso le 4 R: riduzione, riutilizzo, riciclo, recupero.

Il calendario del Jova Beach Party 2022

In viaggio con il JBP ci saranno alcuni food truck selezionati, realizzati da start up legate alla cultura del mangiare bene, in modo sostenibile, a prezzi popolari. Importante novità sempre nell’area ‘rifornimenti’ è l’eliminazione delle bottigliette di pet: l’acqua sarà invece in vendita solo in lattine di alluminio e gratuitamente potrà essere consumata attraverso le borracce. In alcune città sarà resa disponibile l’acqua potabile comunale mentre nelle altre sarà garantita fino ad esaurimento scorte con le autobotti. E anche per il servizio (piatti, posate, tovaglioli) tutto il materiale sarà compostabile.

Nel 2019, all’esordio del tour, erano stati realizzati set di magliette da regalare ad ogni tappa alle società sportive locali; e poi passerelle per l’accesso dei disabili in spiaggia, biciclette di alluminio e panchine di plastica riciclata per ogni tappa. Un impegno che si rinnoverà l’anno prossimo: per la seconda edizione del JBP saranno realizzate isole dei rifiuti e sarà allestita un’area relax con tutti i materiali riciclati e con i pannelli esplicativi del ‘circolo’ della raccolta differenziata. I risultati della prima edizione sono stati eccezionali per un progetto così complesso, e presi ad esempio per diversi eventi internazionali: le spiagge, grazie ai continui appelli di Lorenzo dal palco per sensibilizzare il pubblico, al termine del Jova Beach erano già pulite e ordinate, poi il personale addetto ha rifinito il lavoro lasciandole veramente “meglio di come le abbiamo trovate”. Infine da segnalare anche l’ingresso di un nuovo sponsor d’eccezione: A2A, Life Company che si occupa di ambiente, acqua ed energia, le condizioni necessarie alla vita. E che con il Jova Beach Party 2022 condividerà i valori della sostenibilità, della tutela del Pianeta e dell’attenzione alle persone e alle comunità locali. Appuntamento dunque a luglio, per un’estate di festa in sintonia con la musica della natura che ci circonda.