Ucraina come Tienanmen, un uomo si inginocchia e ferma il carro armato russo: video

Dopo il video di ieri in cui un civile si era buttato in mezzo a una strada per bloccare un convoglio di mezzi militari russi, un altro oggi ha bloccato l'avanzata di una colonna di tank a Bakhmach

Ucraina come Tienanmen. Un uomo si inginocchia e ferma un carro armato russo. Ieri, venerdì 25 gennaio, era stato diffuso un video di un cittadino ucraino che si era gettato in mezzo a una strada nel sud del Paese per bloccare l’avanzata di un convoglio di mezzi militari provenienti dalla Russia. Oggi, sabato 26 febbraio, è stato diffuso un altro video di un civile che si è gettato sopra un carro armato russo, fino a farlo fermare.

Il video è stato diffuso su Telegram. Si vede un carro armato russo avanzare in una strada di Bakhmach, città a nord dell’Ucraina. L’uomo si aggrappa al cannone del mezzo per non scivolare e finire sotto i cingolati. Il veicolo non si ferma, avanza. L’uomo perde l’equilibrio e finisce a terra. Ma riesce a rimanere in piedi e con le braccia prova a fare forza per tentare di fermare l’avanzata della colonna. Il carro armato si ferma, l’uomo si inginocchia, altri cittadini ucraini gli si avvicinano per portarlo via dalla strada. Lui resta lì, fermo per un paio di secondi, risoluto a fronteggiare disarmato il carro armato russo. Poi si sposta e inveisce contro gli invasori. Una donna cerca di calmarlo e portarlo via. Lui la respinge e rimane lì. Il carro armato riparte e si allontana.

Ieri, venerdì 25 febbraio, un altro ucraino si era buttato in mezzo alla strada per fermare i mezzi militari russi. Il video, iniziato a circolare sul web, è stato girato nel sud dell’Ucraina.

L’uomo, un cittadino ucraino, si butta in mezzo alla strada per fermare il convoglio russo. I veicoli non si fermano, ma rallentano per evitare di colpire l’uomo. Tanti i veicoli militari del convoglio. L’uomo non demorde. Agita le braccia per tentare di fermare quei veicoli che stanno invadendo il suo Paese.

Un altro video, leggermente più lungo, riprende la scena. Alcuni cittadini ucraini sono sul ciglio di una strada nel sud del Paese. Riprendono con il cellulare l’avanzata di un convoglio di mezzi militari russi. Passa il primo veicolo, poi un altro ancora. L’inquadratura si sposta a sinistra, in direzione del convoglio russo. Un uomo si getta in mezzo alla strada per tentare di fermare i veicoli. Per poco un carro non gli passa sopra, ma con una manovra repentina, lo evita. Il cittadino ucraino non si scoraggia. Agita le braccia contro i mezzi, gli corre contro, li colpisce sul paraurti. I veicoli non si fermano, ma rallentano e aggirano l’uomo per evitare di schiacciarlo. Prima di terminare, nel video si sente un uomo chiamare una donna “Ania! Ania! Non riprendere!” per paura che i russi possano aprire il fuoco contro di loro. Il video finisce e viene pubblicato sui social. Al momento non si conoscono altri dettagli della vicenda e non si sa che fine abbia fatto l’uomo.

Il “Rivoltoso sconosciuto” della protesta di piazza Tienanmen a Pechino, 5 giugno 1989

La scena ricorda il “Rivoltoso sconosciuto” della protesta di piazza Tienanmen a Pechino. Il 5 giugno 1989 un uomo si mise di fronte a un convoglio di carri armati cinesi, impedendone l’avanzata. I mezzi provarono a girargli intorno, ma il ragazzo spostandosi continuò a bloccarli mettendosi ripetutamente di fronte a loro. Dopo averli bloccati, l’uomo si arrampicò sopra il primo carro armato e si mise a parlare con il guidatore. Di quell’uomo non si seppe più nulla.