Ucraina, proposta di matrimonio al checkpoint. Il soldato finge di fermare la fidanzata al posto di blocco e poi le chiede di sposarlo

A Fastiv, una città vicino Kiev, un'auto viene fermata da alcuni militari ucraini per dei controlli. Ma in verità tutto era stato organizzato da un soldato per chiedere la mano alla fidanzata. Il video

C’è spazio per l’amore in guerra? In Ucraina, più precisamente a Fastiv, una città a 60 chilometri da Kiev, un soldato ha fatto una proposta di matrimonio alla sua fidanzata, dopo averla fermata a un posto di blocco. Il video della sorpresa al checkpoint è stato condiviso molte volte sui social. Eccolo:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luce! (@luce.news)

Il video inizia con il momento del fermo al checkpoint dell’automobile sulla quale stava viaggiando la ragazza che poi ha ricevuto la proposta di matrimonio dal soldato ucraino. Alle quattro persone che erano nella macchina viene ordinato di divaricare le gambe e di appoggiare le braccia sopra il tettuccio dell’auto. Mentre i militari iniziano a perquisire i quattro, un soldato chiede: “Di chi è l’auto?”. L’uomo in piedi davanti al finestrino del conducente risponde: “È mia”. “Ispezione!, ispezione completa!“, grida un soldato. Altri militari si avvicinano all’automobile. La tensione sale. “Dove state andando?”, chiede un soldato ai quattro. Nessuno risponde. Poi un’altra domanda dei militari: “Perché la macchina è così sporca?”. Anche questa volta non risponde nessuno. Allora un soldato grida: “Prendiamo questa macchina per fargli una perquisizione completa”.

La proposta di matrimonio del soldato ucraino in un checkpoint vicino a Kiev

Arriva il momento di svelare la sorpresa. “Vai con la proposta, Olivkov!“, dice un soldato ucraino. Parte la musica. Qualcuno mette una canzone romantica di sottofondo. Un militare in ginocchio, mentre finge di perquisire la donna alla destra del conducente, le prende la gamba sinistra e la fa voltare. La donna si gira, e nonostante il passamontagna dell’uomo, riconosce il militare, il suo fidanzato. La ragazza grida dall’emozione, si copre il volto con le mani. Il militare si abbassa il passamontagna. Mentre le altre persone della macchina e gli altri militari ucraini iniziano a ridere, a fischiare di gioia e a mettersi in cerchio intorno ai due, l’uomo in ginocchio mostra l’anello alla donna. Lei si emoziona. Lui si alza in piedi e porge alla fidanzata anche un mazzo di fiori che teneva nascosto dietro la schiena. La ragazza prende i fiori, il fidanzato le mette l’anello al dito. I due si guardano, ridono, e poi si abbracciano. Tutti esultano e gridano dalla gioia e dall’emozione. I due fidanzati si baciano e ballano sulle note della canzone. Poi la ragazza grida guardando il cielo: “Sì!!” e poi riabbraccia il fidanzato. Scatta l’applauso dei militari ucraini. Un soldato fa una battuta ai due, tutti si mettono a ridere.

Il matrimonio dei due soldati ucraini in un checkpoint a Kiev

Non è la prima volta che due ucraini si sposano nonostante la guerra. Pochi giorni fa sempre in un posto di blocco vicino a Kiev due soldati si sono scambiati le fedi alla presenza del sindaco della capitale, Vitalij Klyčko. Lesya e Valery, entrambi in mimetica e con l’elmetto in testa, si sono sposati in mezzo ai soldati ucraini, che hanno dedicato alla coppia una canzone d’amore. La neo-sposa, con un bouquet in mano, sorride divertita. Il neo-sposo, con un bicchiere in mano, ascolta la canzone e sorride a sua volta. Finisce il brano, e parte l’applauso dei militari. Il video finisce con i due neo-sposi che si guardano, felici in volto. Sì, anche in guerra c’è spazio per l’amore.

Il matrimonio di due soldati ucraini, Lesya e Valery, in un checkpoint a Kiev