Ucraina Russia, il padre piange mentre saluta la figlia in partenza verso la “safe zone”: il video

Da Instagram a Twitter, sono tante le foto e i video che documentano la guerra a Kiev. Un soldato ucraino saluta in una clip i genitori: "Mamma, papà. Vi amo"

La Russia ha invaso l’Ucraina. E poche ore dopo l’inizio dei bombardamenti sono iniziate a circolare sul web, in particolare su Twitter, strazianti foto e video della guerra in Ucraina. In un video diffuso su Instagram, un padre disperato e in lacrime saluta la figlia, mentre lei viene trasferita in una “safe zone” e lui resta a combattere contro l’invasione russa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Albatross Culture (@albatrossculture)

L’uomo è un soldato, deve rimanere per combattere contro l’invasione russa. La piccola figlia, insieme alla madre, sta invece per partire con un autobus verso una “safe zone” in Ucraina. La famiglia si saluta, prima che l’autobus parta. La bambina regala al padre un biglietto, forse un disegno. L’uomo guarda il biglietto della figlia e scoppia a piangere. Anche la bambina scoppia in lacrime. Il padre prende in braccio la figlia. Arriva la madre. Tutti e tre si abbracciano. Il padre dà un bacio alla bimba. Le toglie il cappellino, le sfila una collanina. Prende le mani della bambina e le consegna la collanina. Le dice di tenerla stretta, come portafortuna. Poi l’uomo scoppia di nuovo a piangere e appoggia la testa sul piccolo corpo della figlia. Arriva la madre. I tre si abbracciano di nuovo. È il momento di salire sull’autobus. La madre e la bambina si preparano a partire. La piccola si mette a sedere sul suo posto. Il padre le si avvicina e le dà un ultimo saluto appoggiando la mano sul finestrino.

Tanti altri i video che documentano le strazianti immagini della guerra in Ucraina. Un altro video, diventato di tendenza su Twitter, mostra un soldato ucraino che dopo l’inizio dei bombardamenti prende il cellulare e inizia a registrare un video-messaggio per i genitori: “Ci hanno sparato con i missili – dice il soldato – ma per fortuna siamo tutti vivi. Comunque… mamma, papà, vi amo“, le sue ultime parole prima di chiudere la registrazione.