Una lezione di sport da combattimento della campionessa Gloria Peritore: “Tutti coinvolti nella prevenzione”

Lottare per proteggersi ma anche per aumentare l'autostima, rafforzare il carattere e anche imparare a chiedere aiuto esterno. Sono queste le basi da cui si muove la campionessa nel progetto avviato con l'Accademia dei Bianchi Santo Spirito

Una lezione tutta al femminile dedicata all’attività sportiva, ma soprattutto alla scoperta di un nuovo modo di essere e sentirsi tramite grazie agli sport da combattimento, anche in un’ottica di prevenzione alla violenza. La lezione è andata in scena il 27 novembre scorso all’Accademia dei Bianchi Santo Spirito di Firenze.

Gloria Peritore, (Marco Mori /New Press Photo)

E ‘in cattedra’ è salita Gloria Peritore, campionessa mondiale di kickboxing e cofondatrice di The Shadow Project, l’associazione “nata dalla forza di tre donne combattenti sul ring come nella vita, che si occupa del contrasto alla violenza in tutte le sue forme, con particolare attenzione alla violenza di genere e psicologica, portando avanti un’attività di sensibilizzazione, prevenzione e informazione che passa anche attraverso lo sport, soprattutto quello da combattimento”, spiega la campionessa di Licata ma fiorentina d’adozione, che nel 2018 è stata “Leggiadra Madonna” per la finale del Calcio storico fiorentino.
“E mi preme ricordare che nell’associazione, fin dai primi giorni, sono entrati anche tanti uomini” sottolinea l’atleta. 

Così, alla palestra dei Bianchi, 25 donne di tutte le età hanno provato le basi del pugilato e della kickboxing con esercizi a coppie, senza contatto.

Gloria Peritore all’Accademia dei Bianchi Santo Spirito (Marco Mori /New Press Photo)

“Lo sport ha il potere di migliorare l’autostima, rafforzare il carattere e rendere le persone maggiormente in grado di reagire agli eventuali abusi e violenze, sia fisici che mentali: rafforzare alcuni aspetti del carattere può aiutare a chiedere un aiuto esterno” dice ancora la tre volte trionfatrice di Oktagon e prima italiana a vincere il Bellator in America.

“Il sodalizio con l’Accademia dei Bianchi è appena iniziato: ci sono tutte le basi per avviare un corso di kickboxing e magari riproporre altri eventi, coinvolgendo anche gli uomini perché la prevenzione va fatta indipendentemente dal sesso” conclude Peritore che il prossimo 5 febbraio, a Roma, sarà impegnata con un match internazionale di kickboxing.