Vergogna all’uscita di Empoli-Fiorentina, la giornalista Greta Beccaglia molestata in diretta: identificato l’autore del palpeggiamento. La procura di Firenze apre un fascicolo

Cronista di Toscana Tv offesa e palpeggiata da un tifoso. L’Ordine professionale: «E’ inaccettabile»

«Quello che mi è successo è inaccettabile: sono stata molestata in diretta tv, mentre stavo facendo il mio lavoro di cronista, nell’indifferenza generale. Sono rimasta sconvolta e mi sono ritrovata senza parole». L’indignazione di Greta Beccaglia, giovane aspirante giornalista di Toscana Tv di 27 anni che ieri pomeriggio fuori dallo stadio «Castellani» di Empoli ha vissuto un’esperienza drammatica e disgustosa. Stava facendo le interviste ai tifosi per raccogliere i loro pareri sul derby, quando un uomo le si è avvicinato alle spalle palpeggiandola. La reazione di Beccaglia è stata immediata. «Scusami ma non puoi fare questo, mi dispiace», ha esclamato, mentre invece il conduttore la invitava più volte a non prendersela. Atteggiamento poi stigmatizzato dallo stesso Ordine dei Giornalisti. Beccaglia, cosa è successo dopo? «Una cosa ben peggiore, perché a telecamere spente mi si è avvicinato un altro individuo con il cappuccio che mi ha toccato nelle parti intime. Il cameraman è rimasto di stucco. Non solo, qualche minuto dopo lo stesso personaggio ha tentato nuovamente di palpeggiarmi, ma il mio collega l’ha allontanato». Che cosa l’ha offesa di più? «Il fatto che non posso andare a lavorare tranquillamente solo perché sono una giovane donna: quello che è accaduto dimostra quanto siamo indietro nel rispetto minimo fra i sessi. Il cameraman mi ha detto che non aveva mai assistito a una scena del genere. Sono sconvolta e impaurita». Ha intenzione di sporgere denuncia? «Certamente sì, anche se qualcuno mi consiglia di non farlo. Sono cose gravissime e inaccettabili che non devono accadere a nessuno. Ho 27 anni e spero di fare la giornalista, ma la cosa avvenuta a Empoli mi ha segnata e amareggiata profondamente». Le era già successo qualcosa di simile? «Non di questa gravità. Certo, occhiate particolari sì, qualche frase infelice anche, ma a Empoli si è passato abbondantemente il segno del rispetto e della dignità nei confronti delle donne». Sulla vicenda è intervenuto il nuovo presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana, Giampaolo Marchini: «Un episodio preoccupante, avvenuto nei giorni in cui è massima l’attenzione alla lotta alla violenza di genere. Ho chiamato Beccaglia per darle la solidarietà di tutto il Consiglio. Un episodio che non va minimizzato. Chi era in studio, invece di condannare il gesto, ha però invitato la collega a non prendersela. Un atteggiamento incomprensibile»

Tante le reazioni arrivate in seguito all’episodio. «Questa volta le molestie le abbiamo viste in diretta tv, ma penso a quante donne sono costrette a subirle ogni giorno per strada, sul lavoro, sull’autobus. Episodi inaccettabili che ci confermano quanta strada ci sia ancora da fare. Forza Greta Beccaglia», scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie.
Solidarietà a Greta Beccaglia, la giornalista di ToscanaTv molestata da un tifoso mentre stava svolgendo il suo lavoro. Comportamenti simili non sono ‘bravate’ ma molestie. Nessuno si puo’ prendere la libertà di toccare una donna senza il suo consenso”. Lo scrive su Twitter Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva.
«Nei confronti di Greta Beccaglia molestie inaccettabili. Chi compie tali volgarità verso una donna, mentre per altro svolge il suo lavoro, non è né un tifoso né un vero uomo. I responsabili siano identificati e puniti. Un abbraccio a Greta, professionista seria e donna combattiva», scrive su Twitter il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Intanto, identificato il responsabile del gesto, sono stati trasmessi alla Procura di Firenze gli atti relativi al caso di molestie di cui è stata vittima la giornalista di Toscana Tv mentre era in diretta. La giornalista ha presentato denuncia querela alla Questura fiorentina. La Procura ha aperto un fascicolo di indagine. Si ipotizzano i reati di molestie e violenza sessuale. Nel frattempo, gli agenti del commissariato di polizia di Empoli, hanno individuato e identificato il presunto responsabile delle molestie. Si tratterebbe di un tifoso della Fiorentina, un uomo di 45 anni non residente in Toscana. Al momento risulterebbe l’unico indagato. L’uomo che ha palpeggiato sul sedere la giornalista è stato identificato incrociando le immagini delle molestie in tv con quelle riprese dalle telecamere di sorveglianza dello stadio. Vanno avanti le indagini da parte del commissariato di Empoli per identificare altri tifosi che sarebbero resi responsabili di molestie anche solo verbali verso la giornalista nella stessa serata.