Marina Marzia Brambilla prima rettrice della Statale: “Ci sono voluti 100 anni”

Dopo 100 anni, la Statale di Milano ha una rettrice donna. Brambilla, 50 anni, si aggiunge alle altre due donne rettrici di altrettanti atenei milanesi quali Donatella Sciuto al Politecnico e Giovanna Iannantuoni alla Bicocca

di CHIARA CARAVELLI -
19 aprile 2024
Marina Marzia Brambilla è la nuova rettrice dell'Università degli Studi di Milano

Marina Marzia Brambilla è la nuova rettrice dell'Università degli Studi di Milano

Marina Marzia Brambilla è la nuova rettrice dell'Università degli Studi di Milano. È la prima donna alla guida della Statale, che proprio quest'anno ha compiuto un secolo: “Ci sono voluti 100 anni – è stato il primo commento di Brambilla – ma ce l'abbiamo fatta. È una vittoria della comunità della Statale e anche per tutte le donne. Dopo 100 anni possiamo rappresentare anche i vertici del nostro ateneo e io vorrei che questo fosse un risultato anche per le colleghe, le ricercatrici le studentesse. Sappiano che questo passato che abbiamo ereditato ha dei confini che andremo a riscrivere e che saranno diversi”.

Confini che in parte stanno già cambiando: oltre a Brambilla, sono altre due le donne alla guida di altrettanti atenei milanesi, su otto totali: Donatella Sciuto è rettrice al Politecnico, e Giovanna Iannantuoni alla Bicocca.

L’elezione

Brambilla, 50 anni, è stata eletta al ballottaggio con 1.652 preferenze (65% del totale) contro le 645 (25% del totale) ottenute dall'altro candidato, Luca Solari. Un consenso ampio, il suo, conquistato anche grazie ad un programma che prevede diversi interventi: rendere Campus Mind e Città Studi centri di riferimento a livello nazionale e internazionale, valorizzare la ricerca scientifica, creare nuove infrastrutture, consolidare i poli di medicina con il territorio, rafforzare i rapporti con il sistema sanitario nazionale e i poli di ricerca scientifici, porre attenzione agli studenti sia sotto il profilo dell'offerta formativa e dei servizi e sviluppare il welfare.

Marina Brambilla nuova rettrice della Statale di Milano
Marina Brambilla nuova rettrice della Statale di Milano

La dedica a colleghe e studentesse

Per Brambilla, la presenza di tre donne rettrici di università a Milano è "un segnale per l'Italia”. La nuova rettrice ha voluto dedicare la vittoria “anche a tutte le colleghe e studentesse che quotidianamente portano il loro impegno nella società. Credo che sia un segnale, quello delle tre rettrici, da Milano anche per il resto del Paese perché è vero che ci sono diverse rettrici in Italia, ma è ancora un numero minoritario. Quindi il segnale che arriva da Milano è quello di un riconoscimento del ruolo delle donne nelle istituzioni e negli atenei”.

Plauso anche dalla politica, con diversi esponenti sia di destra sia di sinistra che si sono complimentati con la nuova rettrice per il traguardo raggiunto. A intervenire sulla nomina anche Antonella Giachetti, presidente dell'Associazione imprenditrici e donne dirigenti d'azienda: "Un altro piccolo muro è caduto. Complimenti a Marina Marzia Brambilla, la prima donna a diventare rettrice dell'Università Statale di Milano in 100 anni di storia. Le donne possono portare un nuovo paradigma culturale e sociale anche all'interno di organizzazioni complesse come gli Atenei, mettendo al centro di tutto la persona. Ora non facciamo passare altri 100 anni per fare il prossimo passo avanti”.