“Non è mica la fine del mondo”: guida per alieni al rispetto della Terra

Sabato 23 marzo, nell’ambito del festival Climate Fiction Days di Pistoia, la presentazione del libro di Francesca Riccioni, realizzato insieme al compianto fumettista Tuono Pettinato

di LISA CIARDI -
21 marzo 2024
Francesca Riccioni e Tuono Pettinato (foto di Gianluca La Bruna)

Francesca Riccioni e Tuono Pettinato (foto di Gianluca La Bruna)

Firenze, 21 marzo 2024 - “Una società così evoluta che si è distrutta da sola”. Così, in un futuro lontanissimo, una guida illustrata per alieni descrive l’umanità, accompagnando i turisti di altri pianeti alla scoperta di un mondo ormai disabitato. Lo racconta “Non è mica la fine del mondo” (Rizzoli, 2017), opera di Francesca Riccioni realizzata insieme al compianto fumettista Tuono Pettinato, il pisano Andrea Paggiaro.

Il libro sarà presentato sabato 23 marzo dalle ore 12 alle 13 nell’ambito dell’incontro ‘Universo Comics’ al Climate Fiction Days di Pistoia, in corso alla Biblioteca San Giorgio, in via Sandro Pertini, 340. All’evento saranno presenti anche Andrea Coccia, giornalista e scrittore tra i fondatori di ‘La Revue Dessinée Italia’, e Alice Favaro del Laboratorio per lo studio letterario del fumetto (Università Cà Foscari di Venezia).

Un racconto per immagini, quello scritto da Francesca Riccioni e illustrato da Tuono Pettinato, che a una prima scorsa potrebbe sembrare comico. Ma che, entrando più nel profondo, fa capire quanto sia necessario mettere in atto serie politiche di salvaguardia dell’ambiente. Nel pensare a come comunicare correttamente gli effetti del riscaldamento globale, l’autrice ha puntato a un approccio che tenesse in equilibrio crudezza e moderazione. Il risultato è stato un lavoro che lancia un messaggio chiaro verso la salvaguardia del mondo.

L’idea è nata, racconta Francesca Riccioni, durante un viaggio di ritorno dalla pampa argentina. «Facciamo una guida destinata agli alieni, alieni che sbarcheranno sulla Terra quando gli umani si saranno estinti. Dici che è troppo?». La riposta di Tuono Pettinato fu entusiasta: «Tranquilla, lo ambientiamo in un futuro remotissimo e applichiamo l’equazione tragedia + tempo = commedia, non se ne accorgerà nessuno che gli umani sono tutti morti!». «Pose una sola condizione – racconta Riccioni – che gli alieni fossero parte integrante della storia. Aveva troppa voglia di divertirsi a disegnarli. Come potevo dirgli di no?».

“Climate Fiction Days”, che ospiterà la presentazione del libro, è il primo festival letterario in Italia dedicato interamente alla letteratura sul cambiamento climatico. L’iniziativa, ideata da Alessandra Repossi, nota scrittrice e traduttrice, che ne è anche la direttrice artistica, è promossa dal Comune di Pistoia, dalla Biblioteca San Giorgio e dall’associazione culturale Cartabianca, con la media-partnership di Luce!.