Main Partner

main partnermain partnermain partner

Partner

main partner

Sanremo 2024, i magnifici (e magnifiche) cinque che affiancheranno Amadeus alla conduzione

Tre donne e due uomini, che con il direttore artistico al timone fanno però pari con la quota femminile a traghettare la 74esima edizione del Festival

di GIOVANNI BALLERINI -
6 febbraio 2024
presentatori-del-festival-di-sanremo-2024

presentatori-del-festival-di-sanremo-2024

Dal 6 al 10 febbraio, Amadeus, oltre a essere il direttore artistico del Festival della Canzone italiana veste anche i panni del conduttore principale di tutte le serate di Sanremo 2024. Ma per svolgere il suo lavoro al meglio e con maggiore risalto, sarà affiancato ogni sera da un co-conduttore o co-conduttrice diversi. Si esatto, non solo donne per l'edizione numero 74. Queste saranno tre e due gli uomini, che con Amadeus fanno anche loro tre, pari e patta (quote rosa e quote blu equiparate insomma, se la si vuol leggere in termini di parità di genere).

Il direttore artistico e conduttore di Sanremo Amadeus

I magnifici e le magnifiche cinque

Ma, vediamo in ordine di comparizione i magnifici cinque, le icone che coadiuveranno l'ormai rodato direttore artistico all’Ariston in questo festival che tanti pronosticano al femminile dal punto di vista dei possibili vincitori o vincitrici delle canzoni in lizza, ma che, dal punto di vista dei conduttori decreta un pareggio di genere.

Marco Mengoni: "Marchesini la mia musa"

Si parte con Marco Mengoni, che darà il via stasera al 74° Sanremo. Il cantautore, che ha vinto la scorsa edizione con il brano "Due Vite", sarà protagonista la prima serata con una doppia veste: come dicevamo nel ruolo per lui inedito di co-conduttore, ma sarà anche il super ospite musicale della puntata. Mengoni merita però una nota di merito speciale perché a lui spetta appunto l'apertura delle danze non più da concorrente ma da presentatore e per aver stupito tutti in conferenza stampa oggi rivelando un talento anche come imitatore: "anche nella vita normale faccio le voci per uscire dai momenti di imbarazzo", ha infatti rivelato con il suo solito sorriso un pò sornione, un po' bravo ragazzo che non nasconde le sue fragilità.

Amadeus e Marco Mengoni

Come non ha mai nascosto le sue lacrime. "La fragilità è parte dell'essere umano e non bisogna uscirne, ma trovare gli strumenti per gestirla - dice tornando serio -. Si esce da questi momenti educandosi e con un aiuto: io una volta a settimana parlo con una terapeuta, per confrontarmi con me stesso. Ma mi assolvo: sono contento di essere me, nel bene e nel male. Non si deve rifiutare niente delle emozioni". Come quella, palpabile, per il debutto al fianco di Ama: "Sto sudando, guarda come sono lucido", scherza guardandosi nel monitor che ha di fronte in sala stampa. Si dice pronto, ha studiato sui vecchi festival e in particolare la sua attenzione si è concentrata sulla presenza al festival di Anna Marchesini nel 1999. "Ho riscoperto il suo genio assoluto. Lei è stata la musa più importante per questa esperienza, mi ha ispirato molto. Rido fino alle lacrime quando vedo i suoi sketch. La sento vicina, un feeling molto profondo, anche se io non ho un grammo del suo talento", continua l'artista di Ronciglione, che si è anche prestato a cantare "Bella Ciao" con Amadeus in risposta ad una domanda di Enrico Lucci.

Le tre moschettiere: Giorgia, Teresa Mannino e Lorella Cuccarini

sanremo-conduttori-donne-uomini

Girgia condurrà la seconda serata del Festival

Mercoledì lo scettro della co-conduzione passerà a una veterana dell'Ariston, Giorgia che, oltre a essere al fianco di Amadeus, festeggerà con la platea sanremese nella stessa sera, i 30 anni di "E poi", il brano che fu presentato Festival di Sanremo 1994 nella sezione Nuove Proposte e che lanciò la cantautrice romana nell’empireo del pop. La sempre ispirata e guizzante attrice comica siciliana Teresa Mannino condurrà con la sua tagliente ironia la terza serata di giovedì 8 febbraio.
sanremo-conduttori-donne-uomini

Giovedì 8 febbraio sarà Teresa Mannino ad affiancare Amadeus

Quella che era e probabilmente è ancora la più amata dagli italiani, cioè la soubrette, cantante, presentatrice e soprattutto ballerina Lorella Cuccarini sarà la padrona di casa della penultima serata di venerdì 9 febbraio e probabilmente, oltre a presentare gli artisti in gara e interloquire con Amadeus, probabilmente ci delizierà con i suoi sorrisi e un balletto alla sua maniera.
sanremo-conduttori-donne-uomini

Lorella Cuccarini prende il timone con Amadeus all'Artiston nella serata duetti, la quarta

La finalissima con Fiorello

Ciclone Fiorello per la finale, ma intanto già oggi, in occasione della prima serata del Festival, ha battezzato il balconcino di "Viva Rai2" a Sanremo, di fronte a quello dell'Ariston, dedicandolo al giornalista, in pensione da qualche anno e suo grandissimo amico, che per anni ha condotto da lì il prefestival. Lo showman, in collegamento con il Tg1, ha detto: "Lo dedichiamo al grande Vincenzo Mollica. Non solo questo balconcino ma tutti i balconcini di Sanremo, anche quelli privati", ha aggiunto.
sanremo-conduttori-donne-uomini

I due grandi amici, Amadeus e Fiorello, insieme per la finale di sabato 10 febbraio

Una bella soddisfazione, comunque, la co-conduzione della finalissima per Rosario Fiorello, che farò la sua entrata trionfale accanto all’amico Amadeus proprio quando i duri incominciano a giocare. E con la sua esplosiva verve, con le sue battute al fulmicotone sferzerà il Festival, eliminando, visto che se lo può permettere, la noia e il politically correct dal palco dell’Ariston