ClioMakeUp sbotta su Instagram: "Chi ha la tata in vacanza non è una mamma di m***a"

Presa di mira sui social per aver portato una babysitter con la famiglia in Val di Fassa, la beauty influencer è l'ennesima vittima vip dei giudizi su come 'essere madri'

di MARIANNA GRAZI -
23 luglio 2022
Clio figlie tata

Clio figlie tata

Da quando potersi permettere una tata che accompagni la famiglia in vacanza sarebbe un 'crimine'? Per quei genitori che hanno la fortuna o la possibilità semplicemente di poter essere supportati anche durante le ferie, non sembrerebbe esserci nulla di male. Ma evidentemente non è così. E la mamma di turno a farne le spese, in termini di opinioni e commenti sui social – sempre lì – è Clio Zammatteo, la nota truccatrice, youtuber,  imprenditrice conosciuta con lo pseudonimo ClioMakeUp.

Mamme vip prese di mira

Qualche giorno fa nell'occhio del ciclone era finita Paola Turani, con la 'colpa' di essersi lamentata delle difficoltà incontrate nella vita quotidiana nel gestire un bimbo di otto mesi, il figlio Enea Serpellini. Questa volta invece, sotto l'intransigente lente social che valuta quanto una mamma sia degna di potersi definire tale è un'altra vip, la regina del trucco. Clio, con il marito Claudio Midolo e le figlie Grace Cloe, 5 anni, e Joy Claire, 2, è  in vacanza in Trentino Alto Adige, in Val di Fassa per la precisione. E con loro c'è anche una tata, più volte immortalata negli scatti della coppia come parte integrante della famiglia, alla quale le bimbe sono affezionatissime tanto che compare perfino nella serie tv "Clio Back Home".
Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da Clio (@cliomakeup_official)

Nulla di strano, insomma, da Chiara Ferragni in giù sono tante le vip che si fanno accompagnare nei loro viaggi di lavoro ma anche in vacanza da babysitter e nanny. La tata di casa Zammateo-Midolo, affezionatissima alle piccole e amata da tutta la famiglia, appare ad esempio in una foto di Claudio mentre le 'donne' di casa si godono una pausa al fresco sotto un albero mangiando una pizza, mentre in uno scatto dell'imprenditrice la accompagna in un'allegra biciclettata in mezzo alla natura. Peccato però che proprio questo post venga inondato da commenti di accusa di chi sostiene non ci fosse bisogno dell'aiuto della baby sitter anche in vacanza.

La risposta di Clio

Clio Zammatteo, imprenditrice e beauty influencer

Clio sarebbe dunque una cattiva madre per aver deciso di "delegare" parte della fatica di gestire due bambine in ferie? A rispondere alle polemiche, attraverso alcune storie su Instagram è la stessa beauty influencer. "Non è che le mie figlie che sono tutto il giorno in una stanza d’albergo guardate dalla loro tata – si sfoga la 39enne veneta – mente io sono alla spa a girarmi i pollici. Ci stiamo godendo una vacanza con un aiuto, il che rende la vacanza ancora più bella". Ma soprattutto vuole ribadire che: "Vedo i sorrisi delle mie figlie e vedo come si divertono, quindi non mi sento una cattiva madre.Se voi vi volete sentire delle madri migliori perché non andate in vacanza con la tata va bene allora vi lascio questo, siete migliori di me".

L'attacco al moralismo

Ma lo sfogo non finisce qui. Clio si lamenta anche del moralismo imperante, soprattutto sui social network, quando si parla di maternità. "Da quando sono diventata mamma mi sono resa conto che è uno dei temi sui quali alle altre madri piace di più discutere. Chi allatta è fantastica, chi non allatta è una madre di m***a. Chi ha la babysitter è una mamma di m***a, chi non ce l’ha è un’eroina. Piace proprio questa cosa. La cosa più difficile è fare la madre, aiutiamoci invece di romperci le p***e a vicenda!". Amen.