Gino Strada, a Bari arrivano quattro murales per ricordare i suoi valori ed Emergency

Realizzati da artiste che hanno voluto valorizzare il ruolo attivo delle donne nella società e nei negoziati di pace

di BARBARA BERTI -
3 luglio 2022
Gino Strada Murales

Gino Strada Murales

Anche Bari celebra Gino Strada con murales realizzati da artiste donne. "Pace, solidarietà e speranza in omaggio a Gino Strada e alla sua Emergency" è, infatti, il messaggio lanciato dall'associazione di volontariato Retake Bari nei quattro murales realizzati i via Duca degli Abruzzi su un muro di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) che è partner dell'iniziativa, sostenuta anche da "Ace" con il progetto itinerante "Scendiamo in strada". Quattro opere realizzate da altrettante artiste che hanno voluto valorizzare il ruolo attivo delle donne nella società e nei negoziati di pace. Tre delle quattro artiste appartengono al collettivo di illustratrici de "La Puglia racconta". Sono Daniela Giarratana, Nadia Gelsomina e Amalia Tucci.
Il murales dedicato a Gino Strada realizzato da Nadia Gelsomina

Il murales dedicato a Gino Strada realizzato da Nadia Gelsomina

Le artiste hanno declinato in maniera diversa il tema, rappresentando il concetto dell'aiuto, del soccorso e della solidarietà di Emergency quasi come una militanza (Giarratana), dipingendo gli orrori dei pappagalli verdi, ordigni descritti da Gino Strada, e l'intervento miracoloso della pace rappresentato da una donna (Gelsomina). Nel murale di Amalia Tucci una gru "restaurata" con l'utilizzo del Kintsugi (tecnica di restauro giapponese), riacquisisce il diritto alla vita e alla libertà.
Il murales dedicato a Gino Strada, realizzato da Daniela Giarratana

Il murales dedicato a Gino Strada, realizzato da Daniela Giarratana

L'ultimo murale è stato realizzato da un collettivo di giovani artisti, guidati da Daniela Sersale presidente dell'associazione "Artesana" di Triggiano, che hanno rappresentato un'opera dell'architetta barese Germana Gench: un progetto grafico che trae ispirazione dalla graffitista afghana Shamsia Hassani, in omaggio al lavoro svolto da Emergency in Afghanistan. Qui Gino Strada tiene tra le mani un vaso con un soffione (icona dell'artista Hassani, simbolo di speranza e libertà).
Il murales dedicato a Gino Strada realizzato da Amalia Tucci

Il murales dedicato a Gino Strada realizzato da Amalia Tucci

Altre opere per Gino Strada

Bari è l'ultima città italiana, in ordine di tempo, a ricordare i valori e l'impegno di Gino Strada con la street art. A maggio scorso, sempre in Puglia ma ad Andria, l'omaggio alla figura del medico e filantropo è stato realizzato dallo street artist Daniele Geniale con la collaborazione e l'assistenza di Michele Stellacci. L'impulso al ritratto, realizzato su una parete di 12 metri per 10 nel quartiere San Valentino, è arrivato dal Cpia Bat Gino Strada, diretto da Paolo Farina. Strada è presentato nella sua posa speranzosa, con lo sguardo rivolto al futuro. "Dalla parte degli esseri umani, dei deboli, di chi ha bisogno, dal basso verso l'alto appunto" è il messaggio che accompagna l'opera.
Il murales di Sesto San Giovanni realizzato dallo street artist King Raptuz

Il murales di Sesto San Giovanni realizzato dallo street artist King Raptuz

Sempre nel mese maggio, ma nel milanese, arrivava un altro murales per ricordare il fondatore dell'Ong italiana Emergency, scomparso il 13 agosto 2021: Sesto San Giovanni, la città in cui Gino Strada era nato il 21 aprile 1948, ha voluto realizzare un'opera, che colora la cabina elettrica di E-Distribuzione, per mano dallo street artist King Raptuz in collaborazione con l'associazione Smarting Aps. "L'opera raffigura il viso del fondatore di Emergency, mentre altre due facciate della struttura ricordano, invece, il suo impegno come medico e vogliono essere un omaggio a tutti i professionisti dell’ambito sanitario che hanno dovuto affrontare questi anni difficili. Sono contento che E-Distribuzione, che è presente sul territorio italiano con tante opere sulle loro cabine elettriche, abbia scelto di farmi realizzare un progetto contenente una figura emblematica e significativa come quella di Gino Strada" aveva detto in occasione dell'inaugurazione dell'opera King Raptuz.