Francesca nella vita e Madame sul palco: "Così Sanremo mi ha sdoppiata"

di GIOVANNI BALLERINI -
7 maggio 2022
madame

madame

Capita raramente che i fari si accendano intensamente sul primo tour di una cantante, ma se parliamo dell’artista rivelazione del 2021, di una giovane che nel 2020 è già passata, stupendo l’audience, dal Festival di Sanremo con l’ottimo brano Voce, è chiaro che il discorso è diverso. Si vede anche dai sold out che accompagnano la lista dei concerti del Madame in Tour che applaudiremo lunedì 9 maggio (biglietti già esauriti in prevendita), martedì 10 maggio al Tuscany Hall di Firenze e il 23 luglio alla Fortezza Medicea di Siena.
Madame (20 anni), pseudonimo di Francesca Calearo, in una foto di Enrico Rassu

Madame (20 anni), pseudonimo di Francesca Calearo, in una foto di Enrico Rassu

Madame, che in realtà si chiama Francesca Galearo ed è nata a Vicenza nel 2002, è una delle artiste simbolo delle nuove generazioni. A loro e a se stessa dedica il suo cantautorato rap dalle mille fragranze urban, ma quello che ama è anche la diretta comunicazione con il suo pubblico, che sprona all’inclusione. Per questo ha voluto inserire in questi concerti uno speciale "momento confessionale", rassicurando i presenti che in questi si trovavano in un posto sicuro in cui potevano esprimersi come meglio credevano e dire quello che non avevano mai voluto o non avevano avuto il coraggio di dire. Così, durante il tour, i ragazzi e le ragazze dal pubblico, in modo ordinato, hanno alzato la mano e Madame gli ha dato la parola. E i racconti sono diventati collettivi.
Madame (20 anni), pseudonimo di Francesca Calearo, in concerto all’Alcatrazi di Milano

Madame (20 anni), pseudonimo di Francesca Calearo, in concerto all’Alcatrazi di Milano

"Sono lesbica" dice una ragazza, un’altra grida "non ho mai detto a mia mamma e mia sorella che sono le persone più importanti della mia vita", un altro ancora dice che crede che suo padre non gli voglia bene. Durante questi concerti si è insomma creato un momento di grande apertura e inclusione sopra e sotto il palco.
Madame (20 anni), vincitrice del Premio Lunezia per Sanremo 2021 ha conquistato anche il Premio Bardotti, premio istituzionale del Festival

Madame (20 anni), vincitrice del Premio Lunezia per Sanremo 2021 ha conquistato anche il Premio Bardotti, premio istituzionale del Festival

Qualcuno, dal pubblico, ha fatto arrivare sul palco reggiseni, ma è capitato anche qualche sex toy. Madame ha lasciato che i ragazzi parlassero, dando la parola dal palco a chi alzava la mano, creando più di un momento davvero emozionante che ha fatto riflettere e mettere a suo agio una e più generazioni che testimoniano di non aver paura di mettersi a nudo ed esprimere paure, emozioni, sentimenti davanti a tutti. Perfettamente in tema la band intona L'eccezione, il nuovo singolo che Madame ha realizzato per la colonna sonora della serie Bang Bang Baby. E va avanti il concerto. Madame, come si trova nella scena urban? "È un concetto che non so spiegare parché urban è la parola che i giornalisti hanno dato a me per descrivere la mia musica, la verità è che non ho la più pallida idea di che tipo di genere faccio, ha una matrice rap, ha una matrice cantautorale, ha una matrice pop, magari in futuro sarà più rock. Ogni pezzo e ogni messaggio necessitano di un proprio genere, di un proprio strumento. Se nella vita usi sempre uno stesso strumento, fai sempre lo stesso Genere di musica, ma anche di altro, c’è il rischio che poi tu dica sempre le stesse cose". Per questo ha anche scelto una band particolare? "Il mio repertorio, che è stato riarrangiato per l’occasione da Luca Faraone, lo suono in concerto con il tastierista Carmelo Caruso, la giovane batterista Dalila Murano, il bassista Emanuele Nazzaro enil dj Estremo, che mi accompagnerà anche nei live estivi. Questa band è un po’ anche una sfida, perché ci cimentiamo con un universo urban abbastanza variegato, con molta differenza tra un pezzo e l’altro". Cosa è successo per lei da Sanremo in poi? "Nel momento in cui sono andata al festival, come succede poi a moltissimi artisti che diventano ufficialmente e pubblicamente artisti mi sono un po’ sdoppiata: Madame nel lavoro e Francesca nella vita reale. Sono persone con ritmi di vita diversi e idee diverse, a una interessa di più la tranquillità, la pace, la salute mentale all’altra un po’ meno. Bisogna nutrire entrambe le parti, quindi ho fatto un po’ e un po’, ho fatto delle pause e ho lavorato molto, ma sto cercando un attimo di ambientarmi". Le sta riuscendo? "Spero di essere parte di questa nuova rivoluzione musicale, io tendo a fare quello che mi va di fare poi se riesco anche a fare qualcosa di buono benissimo, ma esserne parte o sentirmi dire che ne faccio parte è una delle sensazioni più piacevoli del mondo. Il mio modo di vivere le cose è 'io mi faccio il mio', molti guardano gli altri cosa fanno io non sono così, non ho l’attitudine al confronto. Nei feat. vivo l’incontro non il confronto, un’unione che fa la forza del pezzo, in quel momento ci sono io che mi sto unendo ad un altro un’altra artista".
Madame (20 anni), pseudonimo di Francesca Calearo, in concerto all’Alcatrazi di Milano

Madame (20 anni), pseudonimo di Francesca Calearo, in concerto all’Alcatrazi di Milano

Che rapporto ha oggi con i social? "Mi sono staccata dai social per tre mesi, sono andata in Giordania, non per andare via dalle cose belle, mi sono voluta staccare dal mondo dei social, non solo per quello che potevano dire su di me, ma anche sugli altri, mi dà proprio fastidio la gente che giudica in generale". Che rapporto ha con la scuola? "A scuola sono stata promossa con 82, ma sto continuando a studiare le mie cose grazie anche alle lunghe chiacchierate al telefono a parlare di psicoanalisi e filosofia. Ora come ora sto leggendo Il maestro e Margherita di Bulgakov e sto studiando un libro di Carl Gustav Jung e approfondendo questioni metafisiche. Sono in un momento in cui studio qualsiasi cosa, leggo qualsiasi cosa, vado ovunque, conosco persone, non ho né un giudizio positivo né uno negativo, mi limito ad apprendere ora". Il Madame in tour sarà l’occasione per l’artista rivelazione 2021 di presentare, durante il suo primo tour indoor, le canzoni che hanno segnato il suo esordio discografico Madame, album certificato 2 volte Platino pubblicato da Sugar Music e distribuito da Universal Music Italia che contiene i singoli Baby (disco di Platino), Marea (2 volte Platino), Tu mi hai capito (disco di Platino), Luna (oro) e il brano sanremese Voce (3 volte Platino). L’elenco di successi firmati da Madame comprende anche il singolo certificato Platino Sciccherie e l’oro di 17.
Madame sul palco di Sanremo 2022

Madame (20 anni), pseudonimo di Francesca Calearo, sul palco del Festival di Sanremo 2021

"MADAME IN TOUR",  LE  DATE  SOLD OUT (recupero data del 20 dicembre 2021) 9 MAGGIO 2022 - TUSCANY HALL, FIRENZE SOLD OUT (recupero data del 6 dicembre 2021) 10 MAGGIO 2022 - TUSCANY HALL, FIRENZE 12 MAGGIO 2022 - ALCATRAZ, MILANO 14 MAGGIO 2022 - TEATRO PALAPARTENOPE, NAPOLI (recupero e spostamento venue delle date del 9 e del 10 dicembre 2021 alla Casa della Musica) 17 MAGGIO 2022 - TEATRO DELLA CONCORDIA, TORINO SOLD OUT (recupero data del 16 dicembre 2021) 26 MAGGIO 2022 - ATLANTICO LIVE, ROMA SOLD OUT (recupero data del 3 dicembre 2021) 27 MAGGIO 2022 - ATLANTICO LIVE, ROMA SOLD OUT (recupero data del 4 dicembre 2021) DATE OUTDOOR NEI PRINCIPALI FESTIVAL ESTIVI 26 GIUGNO - GOA BOA THE NEXT DAY, GENOVA 5 LUGLIO - ROCK IN ROMA, ROMA 13 LUGLIO - SUONICA FESTIVAL, JESOLO (VE) 14 LUGLIO - GRADO FESTIVAL, GRADO (GO) 16 LUGLIO - COLLISIONI FESTIVAL, ALBA (CN) 22 LUGLIO - PIAZZA DEL POPOLO, OFFIDA (AP) 23 LUGLIO - FORTEZZA MEDICEA, SIENA 28 LUGLIO - ROCCELLA SUMMER FESTIVAL, ROCCELLA JONICA (RC) 30 LUGLIO - ELEPHANT PARK, MARINA DI GINOSA (TA) 10 AGOSTO - ANFITEATRO MARIA PIA, ALGHERO (SS)