Main Partner

main partnermain partnermain partner

Partner

main partner

Le artiste protagoniste del Film Festival di Capalbio

Dalla madrina Margherita Buy al Leone d'oro alla carriera Liliana Cavani. Sul palco anche Claudia Gerini, Francesca Inaudi e Lydia Patitucci

di GIOVANNI BOGANI -
15 settembre 2023
capalbio film festival

capalbio film festival

Donne protagoniste, anche al Capalbio film festival che si è inaugurato ieri sera, nella cittadina maremmana. Margherita Buy, che di Capalbio è innamorata da anni, ha fatto da madrina alla manifestazione. Sul palco, per una volta, disinvolta e serena, come sentendosi fra amici. Aveva persino voglia di raccontare il suo prossimo film, il suo esordio da regista: poi si è trattenuta, all’ultimo momento. "Ne parleremo per bene quando sarà il momento", promette. Il suo primo film da regista, "Volare" – storia di un gruppo di persone che temono il volo – avrà fra i suoi protagonisti la stessa Margherita Buy, Anna Bonaiuto, Elena Sofia Ricci e Giulia Michelini. Ma questa è un’altra storia.
film-festival-capalbio-donne

Margherita Buy madrina del Capalbio film festival

Le protagoniste del Capalbio film festival

Ieri sera, sul palco del cinema Tirreno di Borgo Carige, nel comune di Capalbio, sono salite tre donne straordinarie: Liliana Cavani, lucida e garbata novantenne, regista fresca di un Leone d’oro alla carriera, e al suo fianco Claudia Gerini e Francesca Inaudi, fra le protagoniste del suo film "L’ordine del tempo", presentato fuori concorso all’ultima Mostra del cinema di Venezia. "Perché le ho scelte? Perché avevo bisogno di attrici brave", dice con semplicità Liliana Cavani. Che ha tratto il suo film da un saggio del fisico Carlo Rovelli. Non è cosa banale, che si faccia un film da un saggio, e da un saggio sulla fisica, poi. "Ma io sono affascinata dalle cose che non capisco del tutto", dice Liliana Cavani, intervistata sul palco dalla giornalista Stefania Ulivi. "E poi, dato che Carlo Rovelli asserisce, nel suo saggio, che il tempo non esiste, in qualche modo mi faceva pensare che, se il tempo non esiste, allora non esiste anche la morte. E allora ho voluto esplorare questo concetto, e farci un film".
film-festival-capalbio-donne

Liliana Caivani insieme a Claudia Gerini e Francesca Inaudi

Il film di esordio

È di una donna anche il secondo film presentato ieri sera, "Come pecore in mezzo ai lupi" di Lyda Patitucci, al suo esordio dopo un lungo apprendistato come regista di seconde unità, e poi come regista di serie televisive. Il film è interpretato da Isabella Ragonese, e ha già vinto numerosi premi in rassegne e festival internazionali. Ma Lyda ha già in mente il prossimo passo: "Sto lavorando ad un film di fantascienza, ambientato fra l’Italia e l’Irlanda, in un futuro nel quale il tasso di mortalità si è alzato drammaticamente, e alcune persone si portano addosso una sorta di ‘aura’ potenzialmente letale per il prossimo".
film-festival-capalbio-donne

La regista Lydia Patitucci

In programma

Oggi verrà premiata un’altra donna capace di scolpire parole, dialoghi, situazioni in una parola: una sceneggiatrice fra le più importanti del cinema italiano, Federica Pontremoli, cui sarà consegnato il Premio alla sceneggiatura del Capalbio film festival per lo script del film "Il sol dell’avvenire" diretto da Nanni Moretti. Alle 22 ci sarà la proiezione del film "La bella estate" di Laura Luchetti, che lo presenterà insieme ai protagonisti Yile Yara Vianello e Andrea Bosca. Insomma, molti temi al femminile, molte protagoniste, molte voci di donne. Nella serata finale, domenica, saranno ospiti della manifestazione l'attrice Anna Foglietta, presidente della onlus Every Child is My Child, la scrittrice Paola Boncompagni, l'artista ambientale Anne de Carbuccia, per chiudere alle 21 con la proiezione di "Felicità", il sorprendente, appassionato, vibrante e sentimentale esordio alla regia di Micaela Ramazzotti. Insomma, in buona minoranza restano i due direttori artistici del festival, Steve Della Casa e Daniele Orazi, che possono andare orgogliosi del programma che hanno messo su insieme.