Cosa è la sindrome di Rokitansky e perché e legata alla Gestazione per altri?

Con un graphic novel e un podcast, la fondatrice dell'associazione FecondaScelta Federica Salamino cerca di fare chiarezza su questa rara malattia che colpisce una bambina ogni 4500/5000 nate

di EDOARDO MARTINI -
6 aprile 2024
Gestazione per altri

Gestazione per altri

Avete mai sentito parlare della sindrome di Rokitansky? E sapevate che essa è strettamente collegata al tema della gestazione per altri (Gpa), che soprattutto ultimamente sta facendo discutere l’opinione pubblica? Sì perché se per alcuni è inaccettabile, per altri è una forma di solidarietà vecchia quanto il mondo. E per fare chiarezza su questa sindrome rara che mette in ginocchio intere famiglie, stravolte e impaurite dalla malattia e incapaci di fare qualcosa vista l'assenza di strumenti, ci rifacciamo alla scrittrice e fondatrice dell'associazione FecondaScelta, Federica Salamino che ha deciso di lanciare due progetti che affrontano questa dura realtà anche in chiave ironica. 

Sindrome di Rokitansky
Sindrome di Rokitansky

“Circo Rokitansky”, il graphic novel sulla storia di Olivia e delle sue paure 

Il primo, uscito a febbraio, è un graphic novel dal titolo “Circo Rokitansky che racconta, con grande ironia e umorismo, la storia di Olivia e della sindrome, una condizione rara e congenita caratterizzata dall'assenza fin dalla nascita dell'utero e terzo superiore della vagina, determinata da un atipico sviluppo dei dotti di Müller. Ma il 'romanzo grafico' è anche un viaggio in un mondo che non racconta solo una sindrome rara, ma anche l'inclusione e la "diversità", là dove quest'ultima è invisibile ai più. E' poi è un volume divulgativo che, attraverso informazioni, e un glossario dettagliato, cerca di informare chi per la prima volta si approccia a questa realtà. E infine parla di libertà di scelta, condanna i giudizi che spesso pesano sulle spalle di chi non può avere figli naturalmente, e invita ad accogliere. Perché nel circo della vita ci siamo dentro proprio tutte e tutti, nessun escluso.

La copertina del graphic novel 'Circo Rokitansky'
La copertina del graphic novel 'Circo Rokitansky'

Il podcast “Per altre”

Il secondo progetto invece riguarda la pubblicazione del podcast “Per altre”, anch'esso incentrato sul tema della GPA. Questi 6 episodi raccontano la storia vera di Vittoria, che durante l'adolescenza scopre di non avere l'utero a causa della sindrome di Rokitansky. Insieme a Carlo, il compagno che poi diventerà suo marito, inizia a farsi strada il desiderio di maternità. La loro ricerca li porta ad intraprendere un percorso di Gestazione Per Altri in Ucraina. E da lì a poco il loro desiderio verrà esaudito: avranno un bambino e la data presunta del parto è il 16 aprile 2022. I due successivamente conosceranno anche Olena, la donna che porterà nel grembo il loro figlio. Fino a qui niente di strano, ma la coppia non aveva fatto i conti con Putin e con le sue (folli) conquiste: il 24 febbraio infatti la situazione precipita e la Russia invade l'Ucraina. Il resto è storia. 

Insomma due bellissime iniziative per immergersi nel mondo di queste ragazze, che a causa della diagnosi di sindrome di Rokintansky, molto spesso si danno un'immagine di sé estremamente negativa sentendosi difettose e imperfette. Anche perché legate alla rappresentazione simbolica dell'utero, segno di femminilità.