Main Partner

main partnermain partnermain partner

Partner

main partner

Turista cieca aggredita in spiaggia, il web al fianco di Serenella e del suo cane guida

A Portovenere due bagnanti offendono una perugina per la presenza del labrador. Sui social grande solidarietà alla vittima e condanna alle due bagnanti

di BARBARA BERTI -
23 agosto 2023
Serenella, la turista perugina aggredita verbalmente a Portovenere

Serenella, la turista perugina aggredita verbalmente a Portovenere

Sul caso della turista cieca aggredita in spiaggia a Portovenere perché il suo cane guida non era il benvenuto, il popolo social non ha dubbi e si schiera con la donna. Serenella Marinangeli, originaria di Gualdo Cattaneo e residente a Perugia, nei giorni scorsi si trovava in vacanza sulla costa ligure. Per l’esattezza a Portovenere, splendida località marinara tra le Cinque Terre e La Spezia. Arrivata sulla spiaggia de Le Grazie in cerca di un po’ di refrigerio e di relax, la perugina è stata aggredita verbalmente da due bagnanti, contrarie alla presenza del cane. Ma Stella, un magnifico esemplare di labrador, è un quattro zampe speciale visto che è addestrato come guida per persone con disabilità visiva. Insomma, Stella non è solo l’amico fidato di Serenella bensì gli ‘occhi’ della donna. E come prevede la legge i cani guida hanno libertà di accesso in qualsiasi luogo ed esercizio aperto al pubblico, compresa la spiaggia. Per le due bagnanti, però, il cane non doveva stare lì. E hanno insistito talmente tanto (e in malo modo) che la turista ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. A sbrogliare la situazione ci hanno pensato gli agenti della polizia municipale.
turista-aggredita-cane-guida-social

Serenella e la sua Stella

Il popolo social al fianco della turista cieca

Serenella ha denunciato sui social la brutta vicenda di cui è stata vittima. “A mio parere è terribile e molto demoralizzante che ci possa essere questa forma di ignoranza, di inciviltà nel 2023: io non lo tollero e denuncio la situazione” le parole della perugina su Facebook. Da lì la storia ha fatto (e sta facendo) il giro del web. Con un’ondata di messaggi di solidarietà nei confronti della perugina e tanta indignazione nei confronti della due bagnanti.
turista-aggredita-cane-guida-social

A Portovenere i bagnanti vogliono cacciare il cane guida di una turista cieca

In primis, infatti, sono arrivate le scuse della sindaca di Portovenere, Francesca Sturlese. “Non so se le signore siano mie concittadine, ma ritengo comunque doveroso scusarmi personalmente con la signora, per l’episodio increscioso” è il commento della prima cittadina che assicura di andare a fondo sulla vicenda. “Il comportamento delle due signore è stato talmente deplorevole che non mi resta che sperare che sia stato frutto di un errore” aggiunge Sturlese.
turista-aggredita-cane-guida-social

La sindaca di Portovenere, Francesca Sturlese (Instagram)

Gente comune, poi, sta continuando a esprimere affetto e vicinanza a Serenella. “Mi dispiace tanto che ha dovuto affrontare questi ‘umani’ che di umanità non hanno nemmeno una briciola” scrive Aleksandra. Angela, invece, dice: “Serenella ho letto ciò che le è accaduto in spiaggia e le scrivo per dare un abbraccio virtuale e lei e a Stella”. Rodolfo esprime solidarietà: “Mi dispiace molto di quello che le è accaduto, di persone stupide e ignoranti ne è pieno il mondo, è successo anche a me avendo mia mamma ipovedente, spero che vengano redarguite da chi di dovere. La saluto”.
turista-aggredita-cane-guida-social

Serenella Marinangeli, originaria di Gualdo Cattaneo e residente a Perugia, nei giorni scorsi si trovava in vacanza sulla costa ligure

Roberto, contrario ai cani in spiaggia, commenta: “Premetto che non sono favorevole ai cani in spiaggia ma ovviamente i cani di persone cieche o di salvataggio fanno eccezione e mi sembra assurdo che, nonostante la sua spiegazione, queste persone non lo abbiano capito. Si vede anche dalla pettorina! Ha tutta la mia comprensione, purtroppo questo mondo va sempre in peggio” In tanti, poi, invitano la turista a denunciare l’accaduto a chi di competenza “perché queste situazioni non accadano più”.
turista-aggredita-cane-guida-social

Le Grazie di Portovenere, teatro del triste episodio

Un utente ligure si scusa a nome del territorio: “Cara signora un abbraccio a lei e a Stella sperando che un futuro si trova meglio in vacanza da noi a La Spezia, non tutti siamo così come quelle due signore che di signore non hanno nulla”. Ma c’è anche chi invita la perugina a cambiare la meta turistica. “Sono profondamente disgustata da queste istituzioni che invece di tutelare i più indifesi li emargino. La prossima vacanza la venga a fare in Romagna dove sono certa sarete accolti come si deve” scrive Antonella.
 
Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da Luce! (@luce.news)

Sul web, poi, non mancano commenti tutti dedicati alle due bagnanti. “E meno male… in questo caso la stupidità umana era in minoranza” dice Emanuela, mentre Monica scrive: “Alle due donne dovrebbero vietare di entrare in spiaggia”. Per Giuseppe “l’ignoranza vola” mentre Giusy si limita a un laconico “vergognoso”. Susanna, senza tanti giri di parole, va al nocciolo della situazione: “Sono indignata nel leggere alcune affermazioni. Mi chiedo: ma quanto siete infelici? E la pochezza di empatia nei confronti di una persona che purtroppo ha dei limiti e del suo povero cucciolo?”.

Serenella e il suo cane guida Stella (Facebook)

E poi, rivolgendosi alle due bagnanti: “Ve lo dico sinceramente: al mare e in quella spiaggia non ci dovevate stare voi in primis che pensate di essere i padroni di tutto ciò che vi circonda e, invece, siete solamente delle maleducate, prepotenti, aggressive, incivili, volgari ecc ecc..”. Al grande abbraccio virtuale, Serenella risponde così: “Ringrazio tutti per il grande sostegno; è molto bello e gratificante sapere che c’è sempre l’approvazione di molte persone, che vogliono andare avanti, combattere le ingiustizie e la stoltezza umana”.