Main Partner

main partnermain partnermain partnermain partner

Partner

main partnermain partner

A Sanremo le mascotte di Milano Cortina 2026: Tina e Milo, testimonial di inclusione

Si tratta di due ermellini bianchi: la femmina per i Giochi olimpici, il maschio per quelli paralimpici

di REDAZIONE -
8 febbraio 2024
Le mascotte di Milano Cortina 2026, Tina e Milo

Le mascotte di Milano Cortina 2026, Tina e Milo

Si chiamano Tina e Milo, sono due ermellini e saranno le mascotte dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026.

Ma per i due vivacissimi testimonial c’è già stato un debutto importante, sul palco dell’Ariston, quando sono stati presentati per la prima volta in diretta su Rai 1 dal palco del Festival di Sanremo mercoledì 7 febbraio. 

Le due mascotte di Milano Cortina 2026

Una femmina e un maschio, in modo da far sentire tutti e tutte rappresentati: Tina da Cortina, dal manto chiaro come la neve, accompagnerà alle Olimpiadi invernali mentre il secondo, Milo da Milano, dalla pelliccia più scura come la città o le stesse montagne, rappresenta invece i partecipanti alle Paralimpiadi del 2026. I loro nomi sono i diminutivi di quelli delle due località protagoniste: italiani, brevi, facilmente pronunciabili e memorizzabili, sono utilizzati anche in altri Paesi.

Nelle tappe di avvicinamento ai Giochi i due ermellini non saranno da soli: ad accompagnarli ci saranno i loro compagni di avventura, sei piccoli bucaneve chiamati “I Flo”, migliori amici di Tina e Milo che arricchiranno le loro storie con giochi, scherzetti e tanta, tanta simpatia.

La presentazione a Sanremo

L’anno scorso sempre sul palco di Sanremo, Amadeus e Gianni Morandi avevano aperto il sondaggio per esprimere la preferenza proprio tra i bucaneve ideati dai giovanissimi dell’Istituto Comprensivo Sabin di Segrate (Milano) e gli ermellini proposti dall’Istituto Comprensivo di Taverna, in provincia di Catanzaro.

Perché sono stati proprio studenti e studentesse di a scegliere gli iconici personaggi in collaborazione col Comitato Organizzatore e il Ministero dell’Istruzione. I due ermellini sono stati i vincitori tra le oltre 1600 idee creative presentate e il debutto ufficiale in occasione della settantaquattresima edizione del Festival di Sanremo è il coronamento del percorso fatto.

Tina e Milo

Milo, Tina e i Flo
Milo, Tina e i Flo

Con la loro attitudine ingegnosa e propositiva, racconteranno al mondo l’energia, l’entusiasmo e il calore dello spirito italiano contemporaneo, accompagnando atleti e pubblico nello spettacolo di Milano Cortina 2026. Intanto, però, andiamo a scoprire meglio le due mascotte, simili ma tutt’altro che identiche.

Tina è creativa e concreta, una gran curiosona. Vive in città e nel tempo libero ama assistere a spettacoli e concerti che le hanno fatto conoscere il potere della bellezza e la sua forza trasformatrice. “Sogna forte!” è la frase che più la rappresenta.

Nulla può fermare invece Milo che, pur essendo nato senza una zampa, ha imparato a camminare con la propria coda. Ha dalla sua resilienza e un sacco pieno di sogni, oltre che un debole per gli scherzetti: ama giocare sulla neve e nel tempo libero realizza strumenti musicali di pura fantasia. La frase che più rappresenta la Mascotte Paralimpica di Milano Cortina 2026 è “Gli ostacoli sono trampolini”. Una frase che ben rappresenta lo spirito che anima gli sportivi con disabilità, mossi molto spesso non solo dal talento ma anche da un fuoco dentro capace di scioglierre anche il ghiacciaio più resistente, per scalare la vetta della montagna e arrivare in cima da vincitori. Se non della gara, sicuramente della vita.