Inghilterra, i senzatetto rischiano il carcere “se puzzano”

È polemica per la nuova legge che prevede l'arresto dei clochard in caso di “odori eccessivi”. A fare chiarezza ci ha pensato il primo ministro Sunak: "Vogliamo soltanto reprimere i comportamenti fastidiosi"

di EDOARDO MARTINI -
12 aprile 2024
Fa discutere la nuova politica contro i senzatetto in Inghilterra

Fa discutere la nuova politica contro i senzatetto in Inghilterra

Ma è verso che in Inghilterra i senzatetto potranno essere presto arrestatise puzzano”? Il rischio, secondo le associazioni umanitarie e una folta schiera di decine di deputati conservatori ribelli, sembrerebbe esserci. Questo perché il disegno di legge “Criminal Justice Bill” del governo Sunak vuole rimpiazzare il “Vagrancy Act” di due secoli fa, che ancora oggi criminalizza il vagabondaggio. Ma, secondo i suoi critici, in nome del decoro pubblico rischia di creare problemi e paradossi ancora più gravi.

Il disegno di legge 

Ma cosa prevede e cosa affronterà il nuovo disegno di legge sulla giustizia penale? Con esso si andrà a fronteggiare l'accattonaggio fastidioso, disturbi, molestie o angoscia al pubblico. E il nocciolo della questione sta proprio qui. I critici del governo infatti temono che questo nuovo provvedimento sia redatto in modo così ampio da permettere alla polizia di arrestare i senzatetto in caso di “odori eccessivi”.

“Stiamo investendo miliardi per affrontare il problema”

A calmare le acque però ci ha pensato lo stesso primo ministro inglese durante la trasmissione 'The Sun Never Mind The Ballots'. Stuzzicato dalla domanda se ci fosse la possibilità di fermare i clochard "per puzza", il politico ha risposto: "Quello che faremo è assicurarci che la polizia abbia i poteri necessari per affrontare comportamenti che intimidiscono le altre persone. Penso che sia importante che queste ultime siano in grado di camminare per strada senza paura di essere intimidite”.

Poi ha aggiunto: "Stiamo investendo miliardi per affrontare il problema dei senzatetto. Quel pacchetto di supporto sta facendo la differenza e quello che abbiamo visto è che i livelli di clochard sono inferiori a quelli pre-pandemia".

Le critiche verso il nuovo provvedimento 

Ma nonostante la questione "puzza" sembrerebbe essere archiviata, c'è lo stesso chi non ci sta, come il politico inglese Bob Blackman che ha criticato fortemente il disegno di legge: "Molti colleghi credono che il disegno di legge così com'è sia completamente inaccettabile perché avrebbe l'effetto di criminalizzare le persone che non hanno altra scelta che dormire per le strade. Stiamo esortando i ministri a ripensarci".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Polly Neate, amministratore delegato di Shelter, un ente di beneficenza per i senzatetto, che ha dichiarato: "Il Parlamento non deve emanare questa legge. I politici, invece di punire i clochard, dovrebbero cercare di non farli finire per strada”.

Attualmente il disegno di legge è in fase di relazione nell'iter parlamentare. Vedremo quindi come andrà a finire questa storia che sicuramente ha accesso un grosso dibattito nel Regno Unito. E non solo.