Reggio Emilia, una ragazza denuncia abusi a una festa. Quattro violenze sessuali in una settimana

di LUCA MARCHETTI -
8 febbraio 2022
Violenza sessuale abusi

Violenza sessuale abusi

Ancora una ragazza presumibilmente violentata a Reggio Emilia. È la quarta in una settimana. Nella notte tra sabato 5 e domenica 6 febbraio una giovane di 18 anni ha denunciato di essere stata vittima di violenza sessuale e abusi durante una festa privata a casa di amici. La polizia, dopo aver fatto un sopralluogo nell'abitazione dove si era tenuto il party, ha avviato le indagini, non scartando alcuna ipotesi. L'informativa, intanto, è finita sul tavolo della magistratura e il pm Marco Marano ha aperto un'inchiesta.

Che cosa è successo nella casa dove si è tenuta la festa?

Da quanto emerge, nella notte tra sabato e domenica alcuni amici - due maschi oltre alla presunta vittima - si sono ritrovati in una casa a Reggio Emilia per una piccola festa. A un certo punto della serata, però, la situazione sarebbe degenerata, finendo con i presunti abusi sulla ragazza di 18 anni. Dopo la festa la giovane è stata accompagnata al pronto soccoso dell'ospedale Santa Maria Nuova, nella città emiliana, dove è stata sottoposta a visite specialistiche e a tutti gli accertamenti del caso; da qui è scattata la segnalazione della polizia. Gli uomini della squadra mobile hanno subito fattto un sopralluogo nella casa dove si era tenuta la festa. Quello che stanno cercando di capire gli inquirenti è se durante la festa i ragazzi avessero abusato di bevande alcoliche per poi commettere gli abusi. Al momento la famiglia non avrebbe ancora nominato un avvocato, dando la priorità al percorso d'assistenza psicologica della figlia che, sotto shock, si sarebbe chiusa in se stessa.

Reggio Emilia, altri tre abusi e violenze sessuali in una settimana

Se confermato, questo sarebbe l'ennesimo caso di violenza sessuale a Reggio Emilia. Il quarto in una settimana. Di pochi giorni fa, infatti, è la notizia di una ragazza che sarebbe stata violentata da tre giovanissimi di 15 anni - uno di questi è ai domiciliari, mentre gli altri due sono indagati a piede libero. Il gruppo di ragazzi, dopo uno sciopero a scuola, era andato a casa di uno di loro per divertirsi, anche con bevande alcoliche nonostante fossero minorenni. Secondo la Procura la ragazza, coetanea e compagna di classe degli altri, sarebbe stata ubriaca e in capace di essere consenziente, durante il presunto abuso. Un altro episodio, sempre a Reggio Emilia, è avvenuto su un treno che stava percorrendo una tratta locale: un 25enne si è seduto accanto a una 14enne, molestandola e offrendole pure della droga. Ma un 15enne seduto nello stesso vagone è intervenuto, salvando la ragazza e facendo scattare la denuncia nei confronti del 25enne. Infine, un ragazzo di 20 anni avrebbe compiuto degli abusi nei confronti di una 13enne che stava tenendo in casa un pigiama party assieme a delle amiche, in assenza dei genitori che le avevano lasciate sole per qualche ora; tre ragazzi maggiorenni si sarebbero introdotti nella casa, approfittando di amicizie in comune e uno di loro avrebbe portato una ragazzina di 13 anni in camera.