Dave Grohl, frontman dei Foo Fighter, prepara pasti per i senzatetto

Ha cucinato per oltre 24 ore per centinaia di homeless di Los Angeles di una tempesta per supportare il lavoro di Hope the Mission, che sta cercando di raccogliere fondi per aprire rifugi per famiglie

di MARIANNA GRAZI -
6 marzo 2023
Dave Grohl

Dave Grohl

Dave Grohl, celebre frontman del gruppo rock Foo Fighter, ha fatto una visita a sorpresa a Hope the Mission di Los Angeles, con alcuni amici e il suo affumicatore gigante, per preparare centinaia di pasti per i senzatetto. La direttrice dello sviluppo di Mission, Grace Ancheta, ha confermato che il cantante, 54 anni, si è presentato il 22 febbraio e ha cucinato per oltre 24 ore nel bel mezzo di una tempesta, fornendo 450 cene a diversi rifugi della stessa Fondazione.
Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da Rowan Vansleve (@rvansleve)

Grohl è poi rimasto a servire cibo a tutti al Trebek Center di Hope the Mission a Los Angeles. Il fondatore e amministratore delegato della Fondazione, Ken Craft, e il presidente e direttore finanziario Rowan Vansleve hanno deciso invece di percorrere correndo gli oltre 560 km che separano Las Vegas da Los Angeles, nel tentativo di raccogliere gli ultimi 350mila dollari necessari per aprire altri tre rifugi per famiglie. Vansleve ha condiviso un video di Grohl che incoraggia lui e Craft per la loro iniziativa. "Nel bel mezzo della nostra corsa di 350 miglia per porre rimedio al problema dei senzatetto, abbiamo ricevuto il video più bello di sempre da Dave Grohl, dei Foo Fighters", ha scritto Vansleve nella didascalia del suo post. "Non solo ci ha augurato buona fortuna, ma ha cucinato per centinaia di persone che vivono nei nostri rifugi nel bel mezzo di una delle peggiori tempeste".

Dave Grohl al fianco dei volontari di Hope the Mission a Los Angeles (Twitter)

Il musicista dei Foo Fighters, quindi, si dimostra non solo una star sul palco, ma anche fuori, a riflettori spenti. Durante una recente tempesta che ha colpito la celebre città californiana Grohl ha portato il suo barbecue alla Hope of the Valley Rescue Mission (HVRM), un'organizzazione no-profit che si occupa di combattere la povertà e la fame, oltre ad aiutare gli homeless, e ha cucinato per oltre 450 persone senza fissa dimora. Complessivamente il cantautore si è offerto volontario per oltre 24 ore e ha pagato personalmente tutte le spese. "È arrivato verso le 3 del pomeriggio ed è entrato nella nostra cucina", racconta ancora Grace Ancheta, responsabile dello sviluppo dell'HVRM. "Ha preparato la carne, l'ha tagliata ed è rimasto lì finché non l'ha messa nell'affumicatore".

Grohl ha portato il suo affumicatore nella sede di Los Angeles di Hope The Mission e si è occupato personalmente della preparazione della carne (Twitter)

L'artista ha mostrato la sua grande passione e preparazione per il barbecue, perché ha insistito affinché la carne venisse condita correttamente prima di essere messa in cottura verso mezzanotte.  Insomma, un vero chef per senzatetto, persone abituate troppo spesso a subire i morsi della fame e ad accontentarsi di scarti e cibo di pessima qualità, quando non riescono a trovare posto nei rifugi. In questa occasione, invece, si sono trovati davanti non solo ad una star ma soprattutto ad un pasto abbondante, cucinato con amore per loro. Il cantante e gli altri grigliatori si sono alternati al lavoro sull'affumicatore per tutta la notte e fino al giorno successivo, quando a Los Angeles ha iniziato a grandinare violentemente. Una volta ultimata al meglio la preparazione, il pomeriggio seguente dalle 18, i volontari dell'associazione, Grohl e i suoi amici hanno iniziato a servire i pasti. "Ha effettivamente servito i nostri ospiti, è uscito (nonostante la tempesta) ed è stato molto gentile e ha fatto foto con le persone che lo hanno riconosciuto", ha aggiunto Ancheta. "E comunque... è stato fantastico. È il miglior barbecue che abbiamo fatto". Il frontman dei Foo Fighter, nel 2019, dovendo prendersi una pausa dai concerti a causa di una gamba rotta, ha sviluppato un vero e proprio culto per la cucina e in particolare per il barbecue. A chi gli chiedeva perché avesse voluto compiere un simile gesto per le persone senza fissa dimora supportate da Hope of the Valley Rescue Mission, ha detto che secondo lui la sensazione di esibirsi per una folla è pari a quella di preparare un pasto per altre persone.