Francesca Neri e l'altra sé: la malattia, il sesso, le voci sul divorzio. Dolore e rinascita

L'attrice ha anche pensato al suicidio. Suo marito, Claudio Amendola, le è sempre stato vicino respingendo al mittente le voci sul loro possibile divorzio

di MAURIZIO COSTANZO -
11 agosto 2022
Francesca Neri

Francesca Neri

Dietro l’incantevole bellezza della diva, il suo lato oscuro. La malattia esplosa all’improvviso e il suo personale lockdown durato tre anni, a cui ha reagito con una forza straordinaria. Oggi Francesca Neri è simbolo di rinascita, determinazione e coraggio per tutte le donne e sulle voci del divorzio Amendola smentisce: "Non è assolutamente vero. Vi prego, non scherziamo".

Dopo aver appreso della malattia Francesca ha rivelato di aver pensato al suicidio

"Ho pensato anche al suicidio": la rivelazione choc di Francesca

Impossibile non rimanere ammaliati dal suo fascino senza tempo, rapiti dal suo corpo statuario, estasiati dai suoi occhi magnetici. Dietro tanta infinita bellezza, c’è però anche molto altro, che la stessa Francesca Neri ha raccontato a cuore aperto nell'autobiografia 'Come carne viva', dimostrando un’incredibile forza. L'infanzia quasi felice, l'irriducibile distanza dalla madre. Libera dalla necessità di compiacere tutti, da ragazza sensibile e caparbia inizia a studiare cinema, decisa a realizzare i propri sogni mettendosi contro anche la sua famiglia che la voleva avvocato. Fino al momento in cui dice basta, decide di dare un taglio alla claustrofobica vita di provincia e scappa da Trento, decisa a trasferirsi a Roma, dove scopre un altro mondo e un'altra sé. Inizia per lei un’altra vita: il mondo del cinema le apre le porte, iniziano le collaborazioni con i più grandi registi nazionali e stranieri. E insieme ai film che hanno fatto innamorare milioni di spettatori, arrivano il successo, i premi, i red carpet, il matrimonio con Claudio Amendola.

A fermare di punto in bianco la sua favola ci pensa quello stesso corpo che registi e spettatori hanno idolatrato. Affetta da una malattia cronica alla vescica, invalidante, che provoca dolori diffusi: la cistite interstiziale. Questa patologia la costringe a uno stop forzato per tre lunghi anni. A rimanere lontana dal pubblico, isolata in una stanza di casa, in quella che si rivela essere una chiusura non solo fisica, ma anche emotiva, e dagli effetti devastanti. “Ho pensato anche al suicidio – ha rivelato Francesca Neri -. Quando è arrivato il lockdown, vedere gli altri che condividevano lo stesso isolamento mi ha fatto stare meglio. Ma il mio personale lockdown non è durato qualche mese, ma tre anni, in cui desideravo solamente essere lasciata sola”.

Francesca Neri insieme a suo marito Claudio Amendola

La malattia e la rinascita

La malattia arrivata ed esplosa all’improvviso ha cambiato molte cose nella sua vita, con ripercussioni anche nell’intimità. Come ha confidato lei stessa, dopo la passione col marito Claudio Amendola, col quale aveva dichiarato di "fare sesso almeno tre volte a settimana", la malattia ha finito per stravolgere anche il suo modo di amare. "Col tuo compagno si inventa un nuovo modo di avere intimità, ti devi arrangiare". Francesca, per tutto quel tempo, si trascina tra il divano e la vasca da bagno, dove cerca di trovare sollievo al bruciore e al dolore alla vescica. "Dissi a Claudio, prendi nostro figlio e portalo via, volevo risparmiargli il mio dolore. Ma lui è sempre rimasto, non ha mollato. Mi ritrova sempre, come io faccio con lui”. Come avviene nelle grandi storie d’amore, Amendola per tutto questo tempo l’ha sempre ascoltata e compresa. Le visite mediche, la ricerca di cure.

Poi la svolta e la rinascita: "Presi coscienza che non me ne sarei liberata più e dovevo imparare a conviverci e gestirla". Francesca decide di aprirsi, di non tenere più tutto dentro, di raccontare la malattia e la sua vita, in un'autobiografia coraggiosa in cui le emozioni si fanno carne. Nella calda estate dei divorzi, dopo 25 anni di relazione, sono iniziate a circolare voci in questi giorni su una loro possibile separazione. Categoricamente smentite dallo stesso Amendola, che rivolto alla sua Francesca ha detto: "In un rapporto quello che conta è la fiducia e la nostra fortuna è stata l’esserci incontrati da grandi. La mia vita è nelle sue mani e la sua è nelle mie. È meraviglioso, chi non ce l’ha non sa che si perde". Dunque, nessuna separazione in vista, e quanto alle voci sulla fine della loro relazione, lo stesso Amendola le respinge al mittente: "Non è assolutamente vero, per carità. Non capisco chi possa aver messo in giro una voce del genere. Vi prego, non scherziamo".