Dream Volley di Pisa sul tetto d'Europa del sitting volley: "Sarebbe stato bello giocare contro la squadra di Kiev"

di GABRIELE MASIERO -
5 aprile 2022
Dream Volley Pisa

Dream Volley Pisa

Il Dream Volley di Pisa vola sul tetto d'Europa del sitting volley femminile e vince due volte. Perché si dimostra tra le squadre più forti di questo sport e perché ha saputo inviare al mondo intero un messaggio potentissimo di inclusione, dando visibilità a uno sport unico nel suo genere. La pallavolo seduta è infatti una disciplina che può essere svolta da tutti, non solo dagli atleti paralimpici.

Il Dream Volley di Pisa ha vinto la Coppia dei Campioni femminile di sitting volley

La fase finale della Coppa dei Campioni femminile di sitting volley si è disputata proprio a Pisa, nel bellissimo impianto del club pisano divenuto lo scorso weekend la capitale europea di questo sport ma anche straordinario epicentro di inclusione e solidarietà perché, è giusto dirlo subito, tra le bandiere nazionali che hanno incorniciato il campo principale non c'erano solo quelle dei Paesi di provenienza dei club impegnati in campo (Italia, Ungheria, Slovenia e Polonia) ma anche quella ucraina per ricordare le assenti: ovvero la fortissima squadra di Kiev, costretta a rinunciare per colpa della guerra e comunque ricordata tra le protagoniste di questo sport: "Senza di loro - ha ammesso Eva Ceccatelli, campionessa e capitana del Dream Volley Pisa - il pronostico era tutto per noi, ma saremmo state tutte ben felici di sentirci meno favorite e di sudarci di più questo titolo storico, anche a costo di rischiare di non conquistarlo, pur di avere qui la squadra ucraina".

La finale della Coppa dei Campioni femminile di sitting volley si è disputata a Pisa

Il risultato del campo, del resto, è stata l'ennesima medaglia appuntata sul petto delle campionesse pisane (da anni ai vertici nazionali di questo sport), ma il vero trionfo è la visibilità che sono riuscite a dare a una disciplina che parla a tutti un linguaggio unico. Lo ha riconosciuto anche il presidente del consiglio regionale toscano, Antonio Mazzeo, che ha assistito di persona alle fase finali della Coppa dei Campioni: "È bello sapere che lo sport è inclusione. È bello ovviamente poter festeggiare i successi in campionato e quelli ottenuti a livello internazionale da queste ragazze. Ma il messaggio che è stato mandato da Pisa e ai cittadini toscani è questo: crederci, crederci sempre e sapere che attraverso lo sport si può guardare con ottimismo e speranza al futuro".

La pallavolo seduta è infatti una disciplina che può essere svolta da tutti, non solo dagli atleti paralimpici

Del resto il Dream Volley non si accontenta ai successi sul campo, ma nasce proprio per proiettarsi oltre: "La conquista della Coppa dei campioni femminile - sintetizza Armanda Boccardo, che coordina l'attività della squadra - mi rende orgogliosa, perché siamo un gruppo di atlete e dirigenti meraviglioso, guidati da Eva Ceccatelli che rappresenta perfettamente i valori e la passione della nostra associazione sportiva. Non è stato facile lo sforzo organizzativo e ringraziamo chi ha voluto esserci accanto. Vogliamo che Pisa e l’Italia tutta comprendano la ricchezza di questa disciplina, ma anche il valore sociale che eventi simili portano al nostro territorio, ben oltre la performance o le medaglie".