La foto dell'abbraccio in ospedale della figlia Kely a Pelè: "Ancora una notte insieme"

Le condizioni di O Rei, a cui nel 2021 è stato diagnosticato un tumore al colon, sono molto gravi. L'82enne, ricoverato dal 29 novembre, trascorrerà anche il Natale in terapia intensiva

di MARIANNA GRAZI -
24 dicembre 2022
pelè (1)

pelè (1)

"Siamo ancora qui, nella lotta e nella fede. Ancora una notte insieme". Poche parole ma l'immagine che accompagnano è talmente forte da non aver bisogno di commenti. Il post che Kely Cristina Nascimento, una delle figlie di Pelé, ha pubblicato la scorsa notte su Instagram come didascalia di una foto che la mostra abbracciata al padre nel suo letto d'ospedale, a San Paolo, è già di per sé immediato: O Rei do Futebol continua a lottare, aggrappato alla vita. L'abbraccio pieno di amore che una figlia regala al padre malato è un messaggio potentissimo che, alla vigilia di Natale, viene condiviso da tutti gli appassionati, di tutto il mondo, per il loro campione.

La leggenda brasiliana del calcio, Pelé, è ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale di San Paolo dal 29 novembre

Mercoledì scorso l'ospedale Albert Einstein della capitale brasiliana, dove è ricoverata la leggenda del calcio, aveva annunciato che il cancro al colon stava "progredendo" e che Edson Arantes do Nascimento (questo il nome all'anagrafe) aveva bisogno di "maggiore assistenza per curare l'insufficienza renale e cardiaca". Lo stesso giorno Kely Nascimento e Flavia Arantes, l'altra figlia, avevano informato via social che il padre avrebbe trascorso il Natale in ospedale. Dichiarazioni che avevano messo ancor più in allarme il mondo calcistico, già preoccupato dalla notizia che l'82enne fosse ricoverato dal 29 novembre scorso per una rivalutazione del suo trattamento chemioterapico, dopo che gli era stato rilevato un tumore nel settembre 2021.

Pelé, pseudonimo di Edson Arantes do Nascimento, stringe la Coppa del Mondo di calcio. È l'unico giocatore nella storia ad averla vinta per tre volte

Dopo oltre un anno di lotta contro il cancro, la condizioni di Pelé appaiono oggi drammatiche: i medici che lo curano hanno di recente evidenziato un quadro clinico gravissimo, con il tumore che sta crescendo e il paziente che ormai non risponde più alle cure e non riuscirebbe nemmeno più a parlare. La famiglia dell'ex calciatore, considerato il più forte di tutti i tempi, si è stretta intorno a lui e, nonostante le rassicurazioni e la speranza che non  è mai venuta meno, le preoccupazioni per la sua salute sono fortemente in aumento. "Voglio ringraziare tutti per l’affetto, i messaggi e le preghiere che riceviamo per nostro padre. Lo dico a nome mio e di tutta la famiglia", aveva detto nelle ultime ore il figlio Edinho, ex portiere, ora allenatore nella Serie B brasiliana. "A volte mi prendo dei momenti per riflettere e pregare. Certi momenti sono difficili". Ricoverato in terapia intensiva, in isolamento dal resto dei pazienti, a stare vicine al tre volte campione del mondo brasiliano sono  la moglie, Marcia Aoki e le due figlie. Ma da quanto si apprende anche quelli che non vivono in Brasile sarebbero tornati in patria per trascorrere con lui il Natale e quelli che - noi tutti ci auguriamo non sia così - sembrano gli ultimi momenti del Re del calcio.