Ferrovie dello Stato Italiane e Salone del Libro di Torino, un fiume di racconti

Oltre 2mila i testi di autori esordienti in concorso: un fiume di parole con un unico filo conduttore, il viaggio declinato nelle sue varie accezioni

Lucia Lapi
Lifestyle
10 febbraio 2023
Ferrovie dello Stato Italiane e Salone del Libro di Torino, un fiume di racconti

Ferrovie dello Stato Italiane e Salone del Libro di Torino, un fiume di racconti

Oltre 2mila le aspiranti scrittrici e scrittori che si sono messi in gioco nel concorso lanciato da Ferrovie dello Stato Italiane e Salone del Libro di Torino. Tanti quanti i racconti inviati alla casella di posta elettronica del concorso, con punte negli ultimi giorni, il termine scadeva alle 12.00 dello scorso 3 febbraio, di cinque testi inediti al minuto. Insomma, un vero e proprio fiume in piena. Un fiume di parole con un unico filo conduttore, il viaggio, declinato nelle sue varie accezioni. Per il Salone del Libro e per il Gruppo FS che, guidato dall’AD Luigi Ferraris, consolida la sua penetrazione anche nel tessuto sociale del Paese come propulsore di iniziative e progetti culturali, è un successo che va al di là delle più rosee aspettative. Soprattutto se si contano anche le oltre 3mila mail di richieste di chiarimenti e i tanti testi rifiutati perché di autori non più esordienti. Ed è anche un fenomeno che merita di essere approfondito. Perché se da sempre una larga fetta di connazionali coltiva ambizioni poetiche e letterarie, come ricorda la celebre citazione che ci descrive come “un popolo di poeti, di artisti, di eroi…”, la forma letteraria del racconto pareva destinata alla polvere delle cantine, vista l’avanzata inarrestabile dei social, con la loro asciutta immediatezza verbale e la propensione verso forme di espressione multimediali. Invece, a giudicare dal numero dei partecipanti a questo primo concorso, A/R, Andata e Racconto. Appunti di viaggio, questo genere letterario ha ancora fascino e appeal. E in tanti coltivano ancora sogni di gloria letteraria, o il desiderio di dare una compiuta forma scritta alle proprie riflessioni e fantasie.
Gruppo FS Italiane e Salone Internazionale del libro hanno indetto il primo concorso letterario per racconti inediti di viaggio

Gruppo FS Italiane e Salone Internazionale del libro hanno indetto il primo concorso letterario per racconti inediti di viaggio

I vincitori

Ora spetterà a una commissione tecnica composta da lettori “professionisti” l’arduo compito di scegliere i 25 racconti finalisti. I loro autori saranno premiati nel corso del Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma dal 18 al 22 maggio, e potranno vedere diffusi i loro racconti, o ampi estratti degli stessi, sui media del Gruppo FS. Anche in forma di podcast. E sempre a maggio, nello stesso contesto, tra i 25 finalisti saranno proclamati i tre vincitori assoluti.

La giuria

A designarli sarà una giuria speciale, formata da otto scrittrici e scrittori: Enrico Brizzi, Fabio Genovesi, Antonella Lattanzi, Andrea Marcolongo, Matteo Nucci, Antonio Pascale, Lorenza Pieri, Veronica Raimo ai quali si unirà, in rappresentanza del Gruppo FS, Marco Mancini, direttore responsabile delle testate giornalistiche di FS.
Piacenza, un treno Eurostar Italia Alta Velocità Etr 500 Frecciarossa attraversa il ponte sul fiume Po, lungo la tratta Milano-Bologna © Roberto Caccuri/Contrasto

Piacenza, un treno Eurostar Italia Alta Velocità Etr 500 Frecciarossa attraversa il ponte sul fiume Po, lungo la tratta Milano-Bologna © Roberto Caccuri/Contrasto

I tre racconti arrivati sul podio saranno poi pubblicati, entro fine anno, insieme a quelli degli scrittori e delle scrittrici che fanno parte della giuria, in un’antologia edita da una casa editrice italiana selezionata dal Gruppo FS. E quello, certo, sarà il riconoscimento più bello e ambito.