Terna arbitrale tutta al femminile, buona la prima: "La Serie B è protagonista di una crescita culturale"

Direttore di gara è stata Maria Sole Ferrieri Caputi, primo arbitro donna a dirigere una partita di seria A, coadiuvato dalle assistenti Di Monte e Trasciatti

di EDOARDO MARTINI -
27 dicembre 2022
terna femminile arbitri

terna femminile arbitri

Caputi, Di Monte, Trasciatti. Non è l'appello scolastico ma la prima terna arbitrale, per la prima volta tutta al femminile, che ieri, lunedì 26 dicembre, ha diretto Frosinone-Ternana, match valido per 19a giornata del campionato di Serie B.

La terna tutta al femminile

Dopo la designazione la Lega di serie B espresse tutta la propria soddisfazione: "Come ancora una volta la Serie BKT è protagonista di una crescita culturale del nostro calcio. La gara dello Stirpe è fra l’altro una partita di cartello dell’ultima giornata di andata, prevista all’interno del boxing day quando la Serie BKT sarà in campo per la gioia di tutti i tifosi in Italia e nel mondo che seguono una delle migliori espressioni del calcio nazionale di altissimo livello." La gara terminata 3-0 è stata corretta e non ci sono state interruzioni da Var. Dopo aver scritto la storia lo scorso 2 ottobre con il debutto alla direzione in serie A di Sassuolo–Salernitana quindi, il fischietto livornese Maria Sole Ferrieri Caputi è tornata a far parlare di se insieme alle altre due donne: Francesca Di Monte e Tiziana Trisciatti. Due assistenti che hanno già a loro volta esordito nella massima serie: Di Monte ha vissuto il top nella passata stagione in Udinese- Verona, Trisciatti, ha esordito da assistente-2 in A il 9 novembre in Fiorentina- Salernitana. Buona la prima quindi, per la terna tutta al femminile.

Chi è Maria Sole Ferrieri Caputi

Ferrieri Caputi durante Sassuolo-Salernitana del 2 ottobre 2022

Nata a Livorno, ha 32 anni e due lauree, una in scienze politiche e la magistrale in sociologia. Per quanto riguarda il calcio, il suo curriculum non ha niente da invidiare a quello dei colleghi. Dopo il percorso iniziale nelle categorie provinciali e regionali, è seguito l’esordio in serie D nel 2015. Ha, poi, arbitrato il Torneo di Viareggio nel 2019 e, sempre nello stesso anno è diventata arbitro internazionale dirigendo l’incontro tra Scozia e Cipro valido per le Qualificazioni al campionato europeo di calcio femminile 2022 e due mesi dopo, per la stessa competizione, la partita Macedonia del Nord-Serbia. A settembre 2020 è passata alla Serie C a cui è seguita la designazione in sala Var per la Serie B. Nel 2021 ha diretto Cagliari-Cittadella, match valido per i sedicesimi di Coppa Italia. Una prova sul campo di livello e un arbitraggio estremamente credibile con 3 cartellini gialli e ben 3 gol annullati con l’ausilio del Var, tanto da aver fatto dichiarare ai vertici dell’Associazione italiana arbitri: "Siamo orgogliosi di lei, farà strada". Proprio in occasione dell’arbitraggio nei sedicesimi di Coppia Italia, Ferrieri Caputi ha precisato in una intervista: "Non chiamatemi arbitra, ma arbitro. Novanta volte su cento quando mi dicono arbitra è per sottolineare che sono una donna. Quindi preferisco arbitro. Credo che quando non ci sarà più l’esigenza di sottolinearlo, allora vorrà dire che ci sarà davvero parità". Il punto più alto della sua carriera è arrivato domenica 2 ottobre al Mapei-Stadium quando ha arbitrato Sassuolo-Salernitana. Un susseguirsi di successi incredibile al punto da chiedersi: dove potrà arrivare Maria Sole? La risposta sicuramente ce la darà il campo da calcio.