Main Partner

main partnermain partnermain partner

Partner

main partner

Festa della mamma, una favola per aiutare Medici con l'Africa Cuamm

"La magia delle stelle" è un messaggio di speranza che racconta il lavoro sul campo della Ong e si fa portavoce di una solidarietà fatta di piccoli gesti

di MANUELA PLASTINA -
14 maggio 2023
“La magia delle stelle”, una favola realizzata per dare voce all’Africa e ai suoi bisogni.

“La magia delle stelle”, una favola realizzata per dare voce all’Africa e ai suoi bisogni.

La magia delle stelle è una luce che ti avvolge e ti fa volare lontano, soprattutto se sei un bambino e ti lasci guidare dai sogni. Lo racconta una favola digitale illustrata intitolata proprio “La magia delle stelle”, proposta da Medici con l’Africa Cuamm in occasione della Festa della Mamma, che cade il 14 maggio. Leggerla e donarla è semplice: basta compilare il format sul sito www.mediciconlafrica.org e si potrà scaricare il pdf della favola. E’ disponibile anche nella versione podcast con l’interpretazione dell'attore Neri Marcorè. Un modo particolare e toccante per portare alla luce “quello che non si vede”, ciò di cui nessuno parla e su cui difficilmente si appoggia il nostro sguardo, ma che sta contribuendo a far crescere povertà, malattia e miseria. E' quello su cui il Cuamm vuole richiamare l’attenzione perché in Africa, la vita è una corsa a ostacoli, una salita accidentata dove fatiche si sommano a fatiche e pesi a pesi, con il rischio che a pagare siano sempre e solo i più poveri, e le fasce più deboli, mamme e bambini.
favola-medici-con-lafrica-cuamm

L'attore Neri Marcorè presta la voce alla favola per Cuamm Medici con l’Africa (Instagram)

Quello che non si vede è che a Chiulo, in Angola, non piove da tre anni e la situazione nel reparto di pediatria è drammatica, perché il numero di bambini malnutriti è sempre più alto. Quello che non si vede è che all'ospedale di Wolisso, in Etiopia, il costo di un paio di guanti sterili è arrivato a un euro. In un giorno, per l’attività ordinaria dell’ospedale, se ne utilizzano in media 350. Quello che non si vede è che a Tosamaganga in Tanzania i farmaci per il diabete costano tre volte di più rispetto a qualche mese fa. Quello che non si vede è anche l'impegno silenzioso e costante di Medici con l’Africa Cuamm che da oltre 70 anni continua a lavorare sul campo, a fianco degli ultimi.
favola-medici-con-lafrica-cuamm

Nata nel 1950, Medici con l’Africa Cuamm è la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia (Facebook)

Una storia d'amicizia per la Festa della mamma

Il breve racconto illustrato “La magia delle stelle”, scritto da Carolina D’Angelo e illustrato Alida Massari, parla di bambini, di animali e di stelle. Dall’Italia, si vola in un piccolo villaggio africano, dove una bambina è preoccupata perché il suo fratellino sta male. E’ una storia di amicizia, che sa superare i confini geografici; una storia di cura e aiuto; ma, soprattutto, una favola da leggere insieme ai più piccoli per sognare un mondo in cui ciascuno può aiutare l’altro, anche solo con un piccolo gesto. Sullo sfondo c’è appunto il lavoro dei medici del Cuamm nell’ospedale dell’Angola Chiulo e il grave problema degli effetti che la crisi globale sta causando sull’Africa. Cambiamenti climatici, siccità, Covid-19 e, non ultima, la guerra in Ucraina stanno impattando molto duramente in Africa, causando l’aumento esagerato dei prezzi del cibo, dei farmaci e dei beni di prima necessità.
favola-medici-con-lafrica-cuamm

Il racconto è scritto da Carolina D’Angelo e illustrato da Alida Massari (Instagram)

La Ong Medici con l’Africa Cuamm

Nata nel 1950, Medici con l’Africa Cuamm è la prima Ong in campo sanitario riconosciuta in Italia e la più grande organizzazione italiana per la promozione e la tutela della salute delle popolazioni africane. Realizza progetti a lungo termine in un’ottica di sviluppo, intervenendo con questo approccio anche in situazioni di emergenza, per garantire servizi di qualità accessibili a tutti.
favola-medici-con-lafrica-cuamm

Il Princess Christian Maternity Hospital (PCMH), l’ospedale di Freetown, in Sierra Leone, che il Cuamm supporta dal 2016 (Facebook)

Oggi l'associazione Medici con l’Africa Cuamm è impegnata in otto paesi dell’Africa sub-Sahariana (Angola, Etiopia, Mozambico, Repubblica Centrafricana, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania, Uganda) con oltre 4.500 operatori sul campo, di cui 230 italiani. Appoggia 23 ospedali e 95 distretti (per attività di sanità pubblica, assistenza materno-infantile, lotta all’Aids, alla tubercolosi e alla malaria) tre scuole per infermieri (che si trovano in Sud Sudan, Uganda ed Etiopia) e una università in Mozambico.