Main Partner

main partnermain partnermain partnermain partner

Partner

main partnermain partner

L’impegno sostenibile della holding Atlantia anche sotto gli aspetti del welfare

Nel percorso di trasformazione avviato negli ultimi anni un ruolo di primo piano è rappresentato dalla sostenibilità: approccio che si è tradotto, per i dipendenti, non solo smart working ma anche in iniziative di cittadinanza attiva come i 10 giorni interamente retribuiti per chi vuole dedicarsi ad attività sociali no profit e accoglienza a mamme e bambini ucraini rifugiati a Roma, in un Summer Camp a Villa Fassini

22 settembre 2022
Personale-Atlantia-sul-campo-_1_

Personale-Atlantia-sul-campo-_1_

Atlantia, sempre più snella e agile, ha come obiettivo quello di innovare e digitalizzare la gestione delle infrastrutture con ingenti investimenti nel settore autostradale, aeroportuale e dei servizi di mobilità, mantenendo una grande attenzione alla sostenibilità, all’innovazione e alla green economy.

I valori fondanti del fare impresa

L'impegno della holding Atlantia per la sostenibilità si traduce anche in welfare per i dipendenti e progetti di cittadinanza attiva

La trasformazione di Atlantia è partita da nuovi valori fondanti che l’azienda si è data e che sono stati comunicati anche al mercato e a tutti gli stakeholder della società: inclusione e diversità, individualità e comunità, valore e progresso, sviluppo e sostenibilità, continuità e innovazione, sostenendo i principi di uguaglianza, di tutela della libertà, della dignità e inviolabilità della persona, valori fondativi del modello di fare impresa. Per attuare e monitorare efficacemente gli impegni che Atlantia ha assunto, è stato costituito un presidio organizzativo dedicato, meccanismi di partecipazione attiva e strumenti di monitoraggio a cui le persone della holding sono invitate a partecipare, così che la voce di tutti, indistintamente, possa essere ascoltata e valorizzata, in questo processo di miglioramento continuo.

Atlantina nel “Gender Equality Index” di Bloomberg

Sul fronte della “Diversity, Equality & Inclusion”, Atlantia è stata inserita per la prima volta nel recente aggiornamento del "Gender Equality Index" di Bloomberg. Si tratta di un indice che misura le performance aziendali sui temi della parità di genere e la qualità e la trasparenza della loro rendicontazione pubblica, sulla base di alcuni pilastri trasversali, tra cui leadership femminile e percorsi di talento interno, parità di retribuzione tra i generi, cultura inclusiva, politiche contro la discriminazione. L’indice racchiude 418 grandi aziende a livello mondiale, valutate come le più impegnate a favorire la trasparenza di trattamento e a creare un contesto di lavoro equo. Queste società operano in 45 Paesi e regioni diverse, in oltre 10 distinte tipologie di settore, e rappresentano un valore totale sul mercato di più di 15 triliardi di dollari. Per essere ammesse nel "Gender Equality Index", le aziende sono tenute a fornire informazioni in modo massimamente trasparente circa la promozione della presenza femminile nei luoghi di lavoro, così come nella filiera e nelle comunità in cui operano.

L’impegno di Atlantia nell’ultimo anno: i punti chiave

Il personale di Atlantia impegnato nel Summer Camp a Villa Fassini (Roma) per mamme e bambini ucraini rifugiati

Nel percorso di profonda trasformazione e innovazione del rapporto tra impresa e lavoratori, nell’ultimo anno Atlantia ha individuato forme organizzative e retributive sempre più trasparenti, eque e inclusive. Il primo passo è stato creare un modello di cittadinanza attiva che consente ai dipendenti della holding di avere 10 giorni all’anno interamente retribuiti per dedicarsi ad attività di volontariato. A tal proposito vale la pena ricordare il progetto relativo all’accoglienza di mamme e bambini ucraini, il Summer Camp con attività sportive e ludiche presso la sede di Villa Fassini a Roma. Atlantia, inoltre, ha raggiunto un importante accordo con tutte le organizzazioni sindacali (Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal, Ugl Viabilità) che nel corso dell’anno ha portato all’introduzione di un nuovo modello finalizzato ad accrescere le opportunità retributive e premiali per tutti i dipendenti, rendendoli sempre più protagonisti attivi e incisivi del progetto generale di trasformazione della società. Nel rispetto dei principi sanciti dalla Convenzione OIL (“Organizzazione Internazionale del Lavoro”, agenzia dell’ONU nel campo delle norme internazionali sul lavoro) n. 190 del 2019 e dalla Strategia UE per la Parità di genere 2020-2025, Atlantia e le organizzazioni sindacali si sono inoltre impegnate a rendere strutturale la tutela e la valorizzazione di ogni diversità attraverso l’adozione di tutte le misure necessarie a garantire l’assoluta parità salariale, in particolare, tra i generi. Atlantia redige annualmente un rapporto certificato da un soggetto qualificato esterno per attestare le iniziative intraprese ed annullare ogni eventuale divario retributivo rilevato. La holding con il contributo delle organizzazioni sindacali ha riprogettato il "Piano Welfare" integrativo aziendale, ampliando ulteriormente le categorie dei beni e servizi fruibili dai dipendenti e dai loro familiari. Tra gli esempi: l’istruzione per i figli, l’assistenza per gli anziani, gli interessi sui mutui, la cultura e la pratica sportiva. Tutti i lavoratori possono usufruire anche di una polizza sanitaria, estendibile ai familiari, e di una polizza vita. Tra le numerose iniziative promosse a favore della mobilità sostenibile, è garantito l’abbonamento annuale dei mezzi pubblici utilizzati per raggiungere le sedi di lavoro a Roma e Milano.